Questo sito contribuisce all'audience di

Serie D - Piacenza col Seregno al Garilli. I verdetti

Si è arrivati alla conclusione del girone B di Serie D, con tutti i verdetti che sono stati espressi nell'ultima giornata. Già da tempo promosso in Lega Pro il Pro Piacenza di mister Franzini e retrocesse in Eccellenza Darfo Boario e Sambonifacese...

Nella gara di ritorno al Garilli il Seregno superò il Piacenza (con Venturato in panchina) in rimonta
Si è arrivati alla conclusione del girone B di Serie D, con tutti i verdetti che sono stati espressi nell'ultima giornata. Già da tempo promosso in Lega Pro il Pro Piacenza di mister Franzini e retrocesse in Eccellenza Darfo Boario e Sambonifacese, nella prima domenica di maggio rimanevano da stabilire solamente gli accoppiamenti delle griglie playoff e playout.

PLAYOFF E PLAYOUT - Partendo dall'alto, i playoff (in gara unica, supplementari dopo il 90' in caso di pareggio e se persiste il pari niente rigori ma passa il turno la meglio classificata in regular season) del girone saranno Olginatese-Inveruno e Piacenza-Seregno; dunque i biancorossi di William Viali domenica affronteranno una delicatissima partita secca allo stadio Garilli contro il Seregno di mister Sassarini che a Piacenza ha già vinto durante la stagione regolare. Come detto non ci saranno i calci di rigore dopo i supplementari - nel caso la partita finisca sul pari al 120' - perché a passare il turno sarà la squadra col miglior posizionante durante la stagione e in questo caso è il Piacenza (terzo) che ha a disposizione due risultati su tre. Dall'altra parte del tabellone si affrontano Olginatese (seconda) e Inveruno (quinto). La finalissima playoff tra le vincenti delle semifinali si gioca mercoledì 14 maggio; e qui bisogna fare un po' di calcoli. Nel caso il Piacenza vinca contro il Seregno, gli emiliani giocherebbero la finale playoff al Garilli se l'altra finalista è l'Inveruno (perché arrivata dietro ai piacentini) mentre, se dovesse vincere l'Olginatese, il Piacenza sarebbe costretto alla trasferta ad Olginate. Quest'ultima infatti ha sì chiuso la regular season a pari punti con la squadra di Viali, ma è premiata dalla migliore differenza reti generale (gli scontri diretti sono tutti pari, 0-0 l'andata e 1-1 il ritorno) per soli tre gol (+15 il Piacenza e +18 l'Olginatese). Guardando il fondo classifica, invece, i playout sono MapelloBonate-Gozzano e Borgomanero-Alzano Cene. Leggi qui i risultati dell'ultimo turno e la classifica finale.

REGOLAMENTO - Sul regolamento dei playoff (leggi qui quello completo) c'è come sempre un po' di confusione per questo motivo è utile ritornare a spiegare la strada che dovrà fare il Piacenza e in allegato a fondo pagina è possibile scaricare il documento ufficiale della LND. Nella prima fase dei playoff ci sono due partite, quella di domenica tra Piacenza e Seregno (ripetiamo, si gioca alla stadio Garilli ore 15) e la finale di mercoledì 14 maggio tra la vincente di questa partita e quella che uscirà dalla sfida Olginatese-Inveruno. Si gioca in gara unica in casa della miglior classificata in regular season, cioè: Olginatese, Piacenza, Seregno e Inveruno. Da questa prima fase uscirà la migliore seconda assoluta del girone B di Serie D che si unirà alle otto dei restanti gironi sparsi per l'Italia per un totale di nove squadre alle quali aggiungere la semifinalista perdente di Coppa Italia col quoziente punti più alto: in totale 10 formazioni accedono al terzo turno che si gioca il 18 maggio. Qui gli accoppiamenti saranno chilometrici, quindi nel caso il Piacenza acceda a questa fase la sua avversaria sarà la migliore seconda dei gironi Piemontese-Ligure, o ToscoEmiliano o Veneto. Dipende da chi si qualificherà. Da questa terza fase usciranno cinque squadre che andranno al quarto turno insieme alla perdente della finale di Coppa Italia (Pontisola) per un totale di sei formazioni, sempre con accoppiamenti chilometrici e sempre in gara unica in casa della formazione che ha fatto più punti nella stagione regolare, si gioca il 25 maggio. Le tre vincenti entreranno nel quinto turno - le semifinali - insieme alla vincitrice della Coppa Italia (Pomigliano) per un totale di quattro squadre, si gioca il 1 giugno. Le due vincenti disputeranno la finalissima in campo neutro (8 giugno) e la vincente sarà la seconda squadra (la prima è la miglior retrocessa dalla Lega Pro 2) ad aver diritto di essere ripescata in Lega Pro 1. Attenzione all'ultima regola: nelle prime due partite dopo il 90' si giocano i supplementari e in caso di pareggio passa il turno la miglior classificata in regular season. Dal terzo turno in poi, invece, la regola cambia: dopo il 90' si calciano direttamente i rigori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento