rotate-mobile
Serie D

Pro Piacenza sconfitto 3-2 sul campo del Legnago

Nella giornata delle sorprese il Pro Piacenza subisce la seconda sconfitta in campionato: dopo lo stop all’esordio contro l’Inveruno i ragazzi di Franzini lasciano il bottino pieno al Legnago in una sfida non bella ma ricca di emozioni. Rossoneri...

Nella giornata delle sorprese il Pro Piacenza subisce la seconda sconfitta in campionato: dopo lo stop all’esordio contro l’Inveruno i ragazzi di Franzini lasciano il bottino pieno al Legnago in una sfida non bella ma ricca di emozioni. Rossoneri in vantaggio dopo meno di venti minuti con Matteassi, padroni di casa che prima del riposo ribaltano la situazione e poi, nella seconda frazione, allungano ulteriormente rendendo inutile la rete di Franchi e il forcing finale degli ospiti.

La battuta d’arresto non cancella però il primato del Pro Piacenza, che rimane in testa alla classifica della Serie D, venendo però raggiunto al comando dalla Pro Sesto. E domenica prossima al Siboni sfida tutta da seguire fra le due capolista.
Il Legnago arriva da quattro successi consecutivi e contro l’undici piacentino dimostra di essere in un momento di forma eccellente. Sia chiaro, non che i locali abbiano dominato (anzi), ma sono stati bravi a sfruttare qualche imprecisione in casa rossonera, un pizzico di fortuna e anche una decisione molto dubbia del direttore di gara. Dopo essere passato in vantaggio con il solito Matteassi, bravo a concludere con un diagonale che sorprende Budicin anche a causa di un terreno non perfetto, il Pro Piacenza non riesce ad addormentare la gara. Gioco spezzettato e tanti fischi del direttore di gara, con il Legnago che nel giro di sette minuti riesce a ribaltare il risultato partendo da un punizione da 40 metri di Viviani che sorprende nettamente Donnarumma. Il Pro Piacenza accusa il colpo e si capisce che la prima frazione viene condizionata dall’errore rossonero; poco dopo la mezz’ora gli ospiti capitolano nuovamente con un colpo di testa di Lella.

Si cambia campo e la squadra di Franzini inizia ad alzare il baricentro alla ricerca del pareggio ma poi succede l’incredibile: un rimpallo libera Viviani che dagli spalti sembra nettamente in fuorigioco (eufemismo) e mette a segno la rete del 3-1 senza che l’arbitro fischi l’irregolarità. Il Pro Piacenza torna avanti e riesce ad accorciare le distanze con Franchi a un quarto d’ora dalla fine, poi il signor Scarpini diventa sempre più protagonista espellendo tre componenti della panchina rossonera in una sfida che si chiude 3-2 anche a causa delle decisioni cervellotiche del direttore di gara.

Legnago-Pro Piacenza 3-2
LEGNAGO: Budicin, Baschirotto, Maiese, Cavallini, Falchetto, Tobaneli, Viviani, Zerbato, Lella, Valente, Filippini. A disp.: Pancera, Borin, Manganotti, Trevisan, Nicolis, Gramacci, Farinazzo, Lorenzetti, Djordjevic. Allenatore Di Loreto.
PRO PIACENZA: Donnarumma, Castellana, Carminati, Rieti, Silva, Colicchio, Matteassi, Cazzamalli, Pasaro, Franchi, Bignotti. A disp.: Medioli, Pessagno, Santi, Feher, Marmiroli, Dosi, Piccolo, Delfanti. Allenatore Franzini.
Reti: 17'Matteassi(P), 27' 70'Viviani(L), 34'Lella(L), 75'Franchi(P)
Arbitro: Scarpini di Arezzo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pro Piacenza sconfitto 3-2 sul campo del Legnago

SportPiacenza è in caricamento