rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Serie D

Pro - Franzini: «A Seregno partita complicata»

Pro Piacenza con l'obiettivo di dare una spallata decisiva al campionato, Seregno con l'ambizione di riaprirlo, Pontisola e Inveruno con la speranza di proseguire la rincorsa. Sono questi i contenuti del prossimo turno del girone B di Serie D, che...

Pro Piacenza con l'obiettivo di dare una spallata decisiva al campionato, Seregno con l'ambizione di riaprirlo, Pontisola e Inveruno con la speranza di proseguire la rincorsa. Sono questi i contenuti del prossimo turno del girone B di Serie D, che si aprirà sabato sera con il succulento antipasto tra Seregno e Pro Piacenza, proposto in diretta su Rai Sport2 (fischio d'inizio alle 21). Innegabile che questa partita sia da circolato rosso perché la banda di Franzini, in caso di vittoria, manderebbe un segnale fortissimo a un campionato che ha già in pugno, mentre una sconfitta potrebbe riaprire i giochi anche se la sfida tre le due principali inseguitrici, Pontisola e Inveruno, promette di escludere almeno una delle due formazioni dalla rincorsa al Pro che a nove giornate dal termine viaggia con nove punti di vantaggio su entrambe. In mezzo il Seregno di mister Sassarini, quarto a quota 42 punti, in serie utile da dodici turni ma nelle ultime tre partite fermato su altrettanti pareggi. Per i rossoneri una trasferta da prendere con le pinze, alla luce anche di alcune possibili defezioni nella formazione titolare. «Deciderò sabato sera alle 19 - dice ridendo Franzini - la formazione migliore perché ci sono alcune situazioni da valutare e aspetterò fino all'ultimo». Tradotto: Marmiroli è out per squalifica, Castellana ha fatto lavoro differenziato per tutta la settimana e Santi non è al meglio. Franzini non sarà in panchina per la squalifica rimediata domenica, al suo posto mister Campese, tecnico della Juniores Nazionale.

«Purtroppo come ben sappiamo la situazione giovani va a influire pesantemente anche sulle scelte dei vecchi da schierare - spiega il tecnico dei rossoneri - ma ci siamo abituati e questa squadra, nelle occasioni importanti, non ha mai deluso. Certamente avremo davanti una delle migliori formazioni del girone sul piano tecnico e dunque non sarà un impegno privo di rischi». Quando si parlava di trasferte brutte per il Pro Piacenza si intendeva questo genere di partite. «Seregno, Pro Sesto, Lecco ma anche la stessa Seriate, dove abbiamo vinto, sono tutte partite complicate e per questo motivo voglio tutti sul pezzo. In un girone così equilibrato nove punti di vantaggio sono molti ma nulla è ancora scritto».

Pro Piacenza che in trasferta ha ottenuto la bellezza di 10 vittorie (un pareggio e due sconfitte) firmando 32 reti e subendone 10; meglio che in casa. «Come ho detto prima in queste situazioni ci esaltiamo e la squadra non ha mai deluso, sappiamo che contro il Seregno sarà difficile per noi ma anche per loro». Infine Franzini torna sulla squalifica di domenica scorsa: infuriato a causa di alcune decisioni simili a quelle che l'anno scorso costarono il primo posto finale? «Diciamo che in generale a fine partita bisogna parlare sia quando si vince sia quando si perde, soprattutto per rispetto a chi attende le interviste per lavoro. In alcuni casi però, come domenica scorsa, sarebbe meglio non parlare subito a caldo. Ho protestato perché la mia espulsione era ingiusta, tanto che alla fine il Giudice Sportivo mi ha dato una sola giornata appunto perché non ho detto nulla. Il pareggio? Chiaro che ci si rimane male perché avanti 2 a 0 all'85 le partite vanno chiuse, è altrettanto vero che non possiamo vincere sempre e queste cose nel calcio ci stanno. Per fortuna - chiude il tecnico - è stato un pareggio indolore perché le inseguitrici non ne hanno approfittato».

Formazione pesantemente condizionata dalle situazioni di Castellana e Santi, per i quali si deciderà all'ultimo anche se Santi è in recupero. Probabile che Franzini scelga Donnarumma ('95) in porta, difesa a quattro con Rieti e Colicchio nel mezzo, sugli esterni Feher ('94) e Santi ('94). A centrocampo Cazzamalli, Silva e Pessagno ('93); in attacco tridente con Matteassi, Piccolo e Franchi. Nel caso Castellana ('95) ce la facesse prenderebbe il posto di Feher. Leggi qui il 26esimo turno del girone B di Serie D e la classifica aggiornata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pro - Franzini: «A Seregno partita complicata»

SportPiacenza è in caricamento