Le nozze di porcellana di Pinalli da presidente del Fiorenzuola: 20 anni alla guida di una società speciale. VIDEO

Con il suo vice Daniele Baldrighi e il giornalista Filippo Ballerini abbiamo ripercorso in una trasmissione di un'ora quanto successo dal 2001 a oggi. E al termine anche un regalo speciale

 

Da quel gennaio 2001 sono trascorsi esattamente 20 anni: una sorta di nozze di porcellana con il Fiorenzuola per Luigi Pinalli, uno dei presidenti più longevi nel campo sportivo della nostra provincia e non solo. «Sembra che abbia un carattere burbero, ma dietro c’è un cuore grande» spiega Daniele Baldrighi, il suo vice in casa valdardese. Grazie proprio a Baldrighi e a Filippo Ballerini, giornalista di Sportpiacenza, abbiamo ripercorso in una trasmissione di poco più di un’ora un pezzo di storia del Fiorenzuola, società unica nel suo genere che non fa mai il passo più lungo della gamba ma riesce ugualmente a rimanere ai vertici di una categoria molto impegnativa come la Serie D.

Inevitabile anche il gioco di mettere in fila le squadre migliori e il giocatore più amato. «Secondo me il più forte è stato Luca Franchi – confessa Pinalli – uno che in campo dava tutto e poi aveva un tipo di gioco entusiasmante. La partita che ricordo con più piacere? Ce ne sono state tante, ma la vittoria sul campo del Modena è stata incredibile».

Alla fine un regalo inatteso: un video con i saluti di tantissimi protagonisti in rossonero, giocatori, tecnici e dirigenti, che in questi 20 anni hanno fatto la storia del Fiorenzuola. Tutti a ringraziare Pinalli, definito un ottimo dirigente ma soprattutto «una persona stupenda».

Potrebbe Interessarti

Torna su
SportPiacenza è in caricamento