menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lucio Brando il giorno della presentazione. Da sinistra: Giovanni Pighi, Brando, Daniele Baldrighi e Simone Di Battista

Lucio Brando il giorno della presentazione. Da sinistra: Giovanni Pighi, Brando, Daniele Baldrighi e Simone Di Battista

Brando: «Vogliamo regalare nuove emozioni a Fiorenzuola. Ma è inutile fare proclami, bisogna lavorare». VIDEO

Il tecnico rossonero: mi hanno chiamato perché le mie squadre hanno sempre espresso un buon gioco. Questa avventura rappresenta un bel banco di prova, è molto stimolante per tutti noi

Si trova fra le mani una rosa ulteriormente ringiovanita. Per la Serie D è un vantaggio oppure potrebbe rappresentare qualche problema, almeno in una fase iniziale?

«Lo vedremo, nessuno conosce il futuro. Noi siamo consapevoli di essere una squadra giovane; dobbiamo far risaltare le virtù dei ragazzi cercando di nascondere eventuali difficoltà legate all’assenza di qualche giocatore esperto. Ma fa parte del lavoro, abbiamo tutto sotto controllo anche se è evidente che i risultati rappresenteranno una componente decisiva durante il campionato. Adesso però è inutile fare proclami, abbiamo solo bisogno di lavorare tanto sul campo, conoscerci e restare insieme. Poi cercheremo di esprimere il buon calcio che la società ci chiede».

Ma quale è la sua idea di calcio?

«E’ il motivo per cui sono qui: le mie squadre nelle stagioni passate hanno sempre espresso un buon gioco, stando a quanto sostenuto dagli addetti ai lavori. Mi è stato chiesto di portare a Fiorenzuola concetti simili, vale a dire una fase di possesso molto propositiva. Adesso bisogna capire se questi aspetti saranno recepiti dal gruppo; sono molto curioso anche io di poterlo verificare in una società che rappresenta un bel banco di prova, molto stimolante per tutti noi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento