menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Fiorenzuola recupera al Comunale con l'Abano - 1

Il Fiorenzuola recupera al Comunale con l'Abano - 1

Il Fiorenzuola recupera al Comunale con l'Abano

Il Fiorenzuola recupera al Comunale (mercoledì 19 novembre, ore 16) il match con l’Abano, saltato lo scorso 12 novembre a causa dell’impraticabilità del terreno di gioco. E lo fa dopo il travolgente successo di Castelfranco, che ha confermato la...

Il Fiorenzuola recupera al Comunale (mercoledì 19 novembre, ore 16) il match con l’Abano, saltato lo scorso 12 novembre a causa dell’impraticabilità del terreno di gioco. E lo fa dopo il travolgente successo di Castelfranco, che ha confermato la vocazione “da trasferta” dei rossoneri guidati da Alberto Mantelli: lontano dal Comunale Piva e compagni hanno infatti raccolto dodici dei venti punti messi insieme fino a questo momento. Ma ha ribadito, una volta di più, l’imprescindibilità di Ettore Guglieri, l’ispiratore di gran parte delle manovre offensive dei rossoneri. Dopo i due turni di squalifica rimediati con l’espulsione di Fidenza, il mancino cresciuto nel Piacenza è tornato e il Fiorenzuola ne ha subito beneficiato. Dopo un primo tempo all’insegna dello studio, nella ripresa l’undici di Mantelli ha dilagato: grazie alla doppietta dell’infallibile Franchi, all’acuto dello stesso Guglieri e al gol di Lucci.
Mentre i rossoneri sbancavano Castelfranco, l’Abano metteva sotto il Delta Porto Tolle, una delle corazzate del girone, al termine di un confronto da emozioni forti: avanti di due reti dopo soli undici minuti, l’Abano ha prima incassato la rimonta degli avversari, quindi, a sei minuti dal novantesimo, ha colpito di nuovo con Maestrello, interrompendo dunque la striscia senza successi che durava da quattro partite. Terreno di gioco permettendo, sembra logico aspettarsi un confronto a viso aperto, tra due formazioni votate al gioco offensivo.
Con un successo il Fiorenzuola scavalcherebbe il Piacenza e andrebbe a occupare il quinto posto solitario della graduatoria: ma Mantelli e i dirigenti rossoneri fanno bene a continuare a parlare di salvezza. L’ultima giornata ha di fatto confermato l’estremo equilibrio che regna nel girone: bastano davvero un paio di partite storte per ritrovarsi invischiati nelle zone pericolose della graduatoria.
“Vincendo con l’Abano – osserva il tecnico del Fiorenzuola Alberto Mantelli – metteremmo un primo importante mattoncino nella costruzione della nostra salvezza. Però affronteremo una squadra in grande salute: domenica scorsa l’Abano ha messo sotto il Delta Porto Tolle, per cui arriveranno a Fiorenzuola con il morale alle stelle”.
Considerato il poker di Castelfranco, anche il Fiorenzuola non se la passa male.
“Nel primo tempo la gara è stata equilibrata, dopo l’intervallo loro non sono più riusciti a pressare come avevano fatto nella prima parte di gara e noi ne abbiamo approfittato realizzando quattro gol di splendida fattura”.

Capitolo formazione: Insieme a Pizzelli (per lui probabile stagione finita, si sospetta la rottura del legamento) non sono disponibili Guglieri (distorsione al ginocchio), Pighi e Masseroni. In partenza spazio a Valizia tra i pali, Donati, Piva, Petrelli e Fogliazza in difesa, Mazzoni, Sessi e Casisa in mediana, con Caporali alle spalle di Franchi e Lucci

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento