Questo sito contribuisce all'audience di

Fiorenzuola: serve una scossa dai senatori

Il Fiorenzuola ha il fiatone. Dopo un'ottima partenza, nelle ultime cinque partite i rossoneri hanno rallentato vistosamente, incassando due soli punti sui quindici disponibili. Dopo la squillante vittoria ottenuta ai danni dell'ex capolista...

Fiorenzuola: serve una scossa dai senatori - 1
Il Fiorenzuola ha il fiatone. Dopo un'ottima partenza, nelle ultime cinque partite i rossoneri hanno rallentato vistosamente, incassando due soli punti sui quindici disponibili. Dopo la squillante vittoria ottenuta ai danni dell'ex capolista Lentigione, l'undici di Salmi ha perso smalto e brillantezza. Per quanto fatto vedere in campo, in almeno un paio di occasioni (leggi le partite con Castelvetro e Ribelle) il Fiorenzuola avrebbe meritato qualcosa in più, ma le buone prestazioni non muovono la classifica.
A onor del vero va però anche detto che, dopo undici partite di campionato, con tredici punti i rossoneri hanno sei squadre alle loro spalle e possono contare su due punti di vantaggio rispetto alla zona play out. L'attuale posizione di classifica dei valdardesi è più o meno in linea con l'obiettivo estivo della società: quello di una salvezza possibilmente non troppo sofferta.
Dopo lo scialbo pareggio casalingo ottenuto con la Rignanese, mister Salmi si è assunto la responsabilità della frenata dei suoi. In effetti in questa prima parte di stagione il Fiorenzuola ha finito soprattutto per pagare dazio alle assenze e alle non buone condizioni degli attaccanti acquistati in estate per finalizzare la manovra rossonera. Delporto rientrerà nel nuovo anno, Ceccarelli si è visto solo per uno spezzone di partita e potrebbe tornare in campo già domenica prossima a Piancastagnaio; Mezgour è rientrato a pieno regime domenica scorsa, giocando tra l'altro un ottimo primo tempo, mentre Alessandro Napoli è fermo all'inutile gol realizzato con il Castelvetro. Al netto dei problemi fisici che ne hanno rallentato le prestazioni, quando è stato chiamato in causa l'attaccante arrivato proprio dal Castelvetro è finora mancato sul piano della personalità e della cattiveria. Il tempo per recuperare il terreno perduto non manca. Però è arrivato il momento che gli elementi più esperti diano la scossa e provino ad allontanare il gruppo dalle zone limacciose della classifica. A partire dalla sfida di Piancastagnaio. Dove però non potrà dare il suo contributo Andrea Petrelli: il problema al ginocchio rimediato con la Rignanese costringerà il jolly rossonero a uno stop forzato di circa quattro settimane. Salvo miracoli, mai da escludere quando c'è di mezzo un combattente quale è il capitano del Fiorenzuola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuova mazzata sullo sport: chi ha il Covid deve stare fermo almeno due mesi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

Torna su
SportPiacenza è in caricamento