Questo sito contribuisce all'audience di

Fiorenzuola: piedi a terra. Domenica c'è il derby

Non finisce più di stupire il Fiorenzuola, che a Scandicci ha infilato la quarta vittoria in campionato, la seconda in trasferta dopo lo scacco di Rimini. Con i tre punti incassati in Toscana l’undici di Mantelli ha agganciato al secondo posto in...

Alberto Mantelli-4
Non finisce più di stupire il Fiorenzuola, che a Scandicci ha infilato la quarta vittoria in campionato, la seconda in trasferta dopo lo scacco di Rimini. Con i tre punti incassati in Toscana l’undici di Mantelli ha agganciato al secondo posto in classifica il Piacenza, portandosi a un solo punto dalla capolista Este. E dopo la trasferta di Fidenza i rossoneri se la vedranno, nel giro di una settimana, con l’Este al Comunale e con il Bellaria in trasferta. Due confronti, questi ultimi, che potranno dire parecchio sul destino futuro del Fiorenzuola; in attesa di queste partite i rossoneri si godono l’impresa di Scandicci. Un altro successo cristallino, arrivato dopo una gara che Piva e compagni hanno condotto con grande personalità.

Dopo un primo tempo senza squilli, a inizio ripresa il gol di Piccolo ha portato in vantaggio il Fiorenzuola. Ma subito è arrivato il pareggio dello Scandicci, che ha beneficiato di un rigore inesistente. Ma invece di lasciarsi andare a inutili isterismi i rossoneri hanno ripreso a giocare come se nulla fosse accaduto e hanno raddoppiato con un capolavoro di Franchi, gestendo il finale di partita senza particolari patemi d’animo. In fase difensiva Valizia, Piva, Petrelli e Fogliazza hanno giganteggiato. E se nel recupero lo stesso Franchi avesse infilato il rigore conquistato da Campana, il successo rossonero sarebbe stato ancora più rotondo.

“Non mi stancherò mai di dire che ho la fortuna di allenare un gruppo di ragazzi fantastici – ha chiosato Alberto Mantelli nel dopopartita di Scandicci – e non sono sinceramente sorpreso del nostro avvio di stagione. Sapevo fin dall’inizio quello che potevano dare: stiamo parlando di uomini veri, con grandi valori tecnici e umani. Allo stesso tempo devo per forza restare concentrato sul nostro obiettivo, che è quello della salvezza: bastano davvero un paio di partite negative per rovinare tutto e ritrovarsi dietro. Per questo dobbiamo restare concentrati e continuare a lavorare come abbiamo fatto fino a questo momento senza guardare la classifica”. Per i sogni, dunque, ripassare più avanti.  
Filippo Ballerini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

Torna su
SportPiacenza è in caricamento