Questo sito contribuisce all'audience di

Fiorenzuola: buone indicazioni dalla Coppa

Con tutti le precauzioni necessarie quando si parla di calcio d’agosto, la prima uscita ufficiale del Fiorenzuola ha lasciato sensazioni decisamente positive. Nel derby di Coppa con il Fidenza per un’ora, tra i rossoneri di Mantelli e l’undici di...

Fiorenzuola: buone indicazioni dalla Coppa - 1
Con tutti le precauzioni necessarie quando si parla di calcio d’agosto, la prima uscita ufficiale del Fiorenzuola ha lasciato sensazioni decisamente positive. Nel derby di Coppa con il Fidenza per un’ora, tra i rossoneri di Mantelli e l’undici di Montanini, non c’è stata proprio partita e solo con l’uomo in meno Piva e compagni, complici il caldo e la condizione fisica non ancora ottimale, sono andati in difficoltà. Prima dell’espulsione di Petrelli il Fiorenzuola aveva già infilato, con una facilità quasi disarmante, tre palloni alle spalle del povero De Angelis. I vari Guglieri, Franchi e Lucci, ispirati dal solito impagabile Sessi, avevano fatto girare la testa ai difensori bianconeri, mentre Valizia si era limitato all’ordinario amministrazione.

Fin dalle battute iniziali l’atteggiamento del Fiorenzuola è stato quello di una grande squadra: nonostante il salto di categoria, i rossoneri sembrano proprio intenzionati ad affrontare tutti gli avversari a testa alta, senza mai rinunciare al gioco. Il credo di Alberto Mantelli, insomma.
Poi il direttore di gara, non vedendo un clamoroso fallo ai danni di Piva, ha preso un evidente abbaglio, favorendo il ritorno in partita del Fidenza. Che, in effetti, trovato il gol dell’1-3, ha cambiato volto, mettendocela tutta per riaprire i giochi per la qualificazione.
Il baricentro rossonero si è abbassato pericolosamente e sono stati necessari due grandi interventi di Valizia per conservare il doppio vantaggio. Dopo un campionato da protagonista, il numero uno del Fiorenzuola, ha iniziato la nuova stagione confermandosi una certezza assoluta.

Mentre nessuno del nucleo storico ha tradito le attese, i nuovi arrivati hanno manifestato qualche comprensibile incertezza: il processo di inserimento nel contesto di un meccanismo ormai oliato è solo all’inizio, ma il tempo è tutto dalla loro parte. “In campionato sarà un’altra cosa – ha puntualizzato Alberto Mantelli nel dopo partita di Fidenza – ma, per almeno un’ora, la squadra ha mantenuto l’atteggiamento giusto. Poi, con l’espulsione di Petrelli, siamo calati, ma anche con l’uomo in meno e con il cado che si è fatto sentire, abbiamo saputo stringere i denti. Loro si sono resi pericolosi in un paio di occasioni e Valizia è stato davvero bravissimo”. Il Fiorenzuola è parso decisamente più avanti rispetto al Fidenza. “Questo è il terzo anno che lavoro con questo gruppo ed è logico che sanno quello che voglio, ma anche i nuovi arrivati stanno dimostrando molto impegno e attenzione”.
Filippo Ballerini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento