menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fiorenzuola, a Crema serve una scossa - 1

Fiorenzuola, a Crema serve una scossa - 1

Fiorenzuola, a Crema serve una scossa

La sconfitta casalinga nel recupero con il Ciliverghe (condizionata però dagli evidentissimi errori della terna arbitrale in occasione delle due reti realizzate dagli ospiti), non solo ha allontanato ulteriormente il Fiorenzuola dalla salvezza...

La sconfitta casalinga nel recupero con il Ciliverghe (condizionata però dagli evidentissimi errori della terna arbitrale in occasione delle due reti realizzate dagli ospiti), non solo ha allontanato ulteriormente il Fiorenzuola dalla salvezza diretta, ma costringe i rossoneri a guardarsi alle spalle. Con quattro soli punti di vantaggio sul MapelloBonate penultimo in classifica, in caso di altri passi falsi Piva e compagni potrebbero farsi invischiare nella bagarre per la retrocessione diretta. Ecco perché domenica 3 aprile (ore 15) a domicilio della Pergolettese serve assolutamente un risultato positivo. Lasciando per un attimo da parte la classifica, bisogna dire che la prima uscita del Fiorenzuola targato-Luigi Galli ha impressionato positivamente per la facilità con la quale i rossoneri si sono presentati nei pressi della porta avversaria.Nella prima frazione e negli ultimi venti minuti della ripresa il Fiorenzuola ha chiamato più volte in causa il numero uno ospite Battaiola, che se l’è sempre cavata da campione. Da applausi la fase di costruzione della manovra dei rossoneri, mentre da censurare la mancanza di concretezza di chi si è presentato alla conclusione. I numeri, come sempre, parlano chiaro: il Fiorenzuola non vince dal 31 gennaio e nelle ultime quattro partite i rossoneri non hanno realizzato lo straccio di una rete. Serve una scossa, soprattutto da parte degli attaccanti.
“Per quanto mi riguarda – spiega Luigi Galli – sono senza dubbio soddisfatto della prestazione. Con il Ciliverghe quarto in classifica abbiamo creato almeno una mezza dozzina di occasioni e abbiamo concesso davvero poco. D’altro canto non è pensabile creare tanto senza segnare neanche un gol. Questo è un problema che dobbiamo risolvere in tempi brevi”.
Le immagini televisive hanno evidenziato l’imbarazzante direzione arbitrale: la sconfitta è arrivata per un gol-non gol e per una rete viziata da un fallo di mani.
“Purtroppo si è trattato di una serata infelice della terna arbitrale. Detto ciò, dobbiamo voltare subito pagina e trasformare la rabbia in energia positiva”.
La Pergolettese non ha molto da chiedere al campionato: lontana dalla prime e abbastanza tranquilla in chiave-salvezza.
“Non credo che la Pergolettese ci farà regali, anzi sono convinto che abbia una gran voglia di riscatto dopo la sconfitta con la Pro Sesto”.
Sessi, Corso e Girometta sono ancora indisponibili, mentre Guglieri è recuperato, ma inizierà la gara dalla panchina: in partenza Galli potrebbe puntare su Corradi tra i pali, Fogliazza, Piva e Reggiani in difesa, Donati e Mameli sulla corsie esterne, Masseroni, Molinelli e Petrelli in mediana, con Franchini alle spalle di Castagna.


Filippo Ballerini

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento