menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serie C - Il caso della Lucchese fa tremare il Girone A, si rischia un altro ribaltone della classifica

Sotto osservazione anche il Cuneo ma qui la situazione è migliore, i toscani invece non hanno ancora completato il girone di andata e se fossero esclusi si rischierebbe un terremoto con il Piacenza ancora pesantamente penalizzato

La Serie C trema ancora, dopo il caso Pro Piacenza ora ci sono quelli relativi a Lucchese e Cuneo che promettono, se non risolti, di ribaltare nuovamente la classifica ma questa volta a un mese e mezzo dalla fine del campionato. A dir la verità è il caso della Lucchese quello più bollente, il Cuneo, infatti, oltre ad aver completato regolarmente il girone di andata sembra potersi salvare sul piano economico avendo comunque pagato gli stipendi (seppur in ritardo) e vantando alcuni crediti in Lega che potrebbero risolvere la questione sulla multa da pagare per la mancata presentazione di una fideiussione regolare (la scadenza è oggi). Certo, alla pioggia di penalizzazioni già arrivate se ne aggiungeranno altre (stiamo parlando una squadra che sul campo avrebbe conquistato 43 punti ma in classifica ne ha 20) ai 23 già arrivati ma questo sarebbe il male minore.
Chi spaventa davvero, invece, è la situazione della Lucchese che promette un finale di stagione incandescente: se si dovesse arrivare all’esclusione dei toscani dal Girone A ci sarebbe un secondo terremoto in classifica e dopo quello avvenuto con il Pro Piacenza è plausibile ipotizzare a una fortissima proteste delle squadre di vertice. Occorre tuttavia distinguere due eventuali strade.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento