Serie C

Serie C - Colpo Fiorenzuola, sbanca Trento 0-2 e si rilancia. Le pagelle

Bella vittoria dei rossoneri in chiave playout. Succede tutto nella ripresa, espulso Italeng per i padroni di casa, poi sblocca Di Gesù, nel finale Seck chiude i conti

Il Fiorenzuola esulta due volte a Trento. I rossoneri in un sol colpo portano a casa una vittoria sul campo di una diretta rivale per la salvezza (che resta inchiodata a ventisette punti insieme alla Pergolettese) e rosicchiano una posizione in classifica staccando di tre lunghezze la Pro Sesto e agganciando il Novara a quota ventidue punti.
Dopo due pareggi ed una vittoria il quarto risultato utile dei rossoneri è quasi liberatorio e senza dubbio meritato per un atteggiamento propositivo sin dagli scambi iniziali. Il Trento, che ha cambiato molto nel mercato invernale, fatica ad imprimere il suo gioco e si complica tremendamente la partita in avvio di ripresa quando Italeng viene espulso. Mani nei capelli per l’attaccante gialloblu e campo libero alla manovra del Fiorenzuola che punge e chiude nel recupero. Segnali davvero importanti in vista della sfida casalinga con la Pro Vercelli e dell’infrasettimanale con la Pergolettese.

Leggi qui il film della partita azione dopo azione

Le classifica qui

Si entra subito nel vivo con un’azione per parte nei primi cinque minuti di gara: prima c’è la girata di Spalluto che arpiona il cross dalla destra di Sangalli mandando a lato poi è Oneto a trovare i guantoni di Russo con un bel destro dopo la discesa di D’Amico.
Si procede sulla stessa falsariga anche nei minuti successivi: Giannotti è bravo a liberarsi sulla trequarti e calciare in porta con Sorzi a deviare in corner mentre Morello strozza troppo una conclusione da buona posizione dopo che la difesa rossonera aveva chiuso su Italeng.
Il Fiorenzuola cresce d’intensità a metà frazione quando dopo un’uscita avventata di Russo è Di Gesù a cercare la porta, rimasta vuota, trovando la deviazione della difesa del Trento in angolo: riprova Morello ma senza fortuna.
Resta sicuramente più intraprendente la formazione di Tabbiani, più timido il Trento dopo un avvio che sembrava poter riservare qualche chance in più dalle parti di Sorzi: Di Gesù arriva  troppo debolmente su una sponda di Mora che poteva valere decisamente di più. Soltanto un minuto di recupero, il risultato non si sblocca.

I tre gialli rimediati dal Trento nel primo tempo si fanno sentire subito in avvio di ripresa quando Italeng, in proiezione offensiva, controlla vistosamente la sfera con una mano: fallo piuttosto ingenuo e secondo cartellino che lascia i gialloblu in dieci.
La prima chance di marca rossonera è del settimo minuto: grande discesa di Sussi a destra, palla in mezzo per Ceravolo che si vede ribattere due conclusioni; sul secondo rimpallo arriva D’Amico che spedisce fuori di un soffio.
Minuto dopo minuto la pressione del Fiorenzuola si fa sempre più intensa e non può che sfociare nella rete del vantaggio: Cremonesi appoggia al limite per Di Gesù che cerca la porta trovando la deviazione involontaria di Obaretin che spedisce la sfera nell’angolino basso.
Un gol quasi liberatorio per i rossoneri che avevano tessuto la loro rete fin da inizio ripresa e dalla situazione di vantaggio numerico: il Trento prova a riaprirla cambiando qualche carta in avanti con Caccavo e Terrani e nel finale regala qualche brivido con una bella girata di Anastasia. I brividi si dissolvono in pieno recupero quando sull’asse dei subentranti nasce il gol di Seck che non lascia scampo alcuno a Russo.

TRENTO-FIORENZUOLA 0-2
(primo tempo 0-0)

TRENTO: Russo, Obaretin (69’ Vaglica), Ferri, Anastasia, Spalluto (65’ Caccavo), Di Cosmo, Giannotti (75’ Terrani), Sangalli, Frosinini, Barison (75’ Cappelletti), Italeng. A disposizione: Pozzer, Di Giorgio, Trainotti, Pasquato, Satriano, Puletto, Brevi, Vitturini. All.: Moll.

FIORENZUOLA: Sorzi, Maffei (90’ Brogni), Potop, Oneto (75’ Gonzi), Ceravolo (75’ Alberti), Sussi, Morello (90’ Seck), Cremonesi, Mora, D’Amico (81’ Anelli), Di Gesù. A disposizione: Bertozzi, Roteglia, Gentile, Nelli, Di Quinzio, Bocic, Popovic, Musatti, Reali. All.: Tabbiani.
ARBITRO: Ceriello di Chiari (assistenti: Conti di Seregno e Piccichè di Trapani)

RETI: 66’ Di Gesù, 94’ Seck

NOTE: ESPULSO: Italeng (T); AMMONITI: Giannotti, Sangalli, Cappelletti (T), Maffei, Sussi (F); ANGOLI: 5-4 per il Trento; RECUPERO: 1’ pt,  5’ st

Le pagelle

Sorzi 6: mette la mano sull’improvvisa conclusione di Giannotti nella prima frazione. Poco o nulla da segnalare nella ripresa

Sussi 6,5: tra i più solidi in difesa, mantiene comunque una quota di intraprendenza sulla destra

Potop 6,5: qualche sportellate con Spalluto, lo argina bene concedendogli poco spazio in avanti

Cremonesi 6,5: rileva un acciaccato Bondioli trovando un buon impatto con la gara. La sua sponda è l’assist perfetto per il gol di Di Gesù

Maffei 6,5: lo si vede spesso in propensione offensiva a sinistra. Dietro qualche concessione agli avversari ma nulla di irreparabile (dal 90’ Brogni 6,5: una discesa che vale l’assist per Seck)

Oneto 6,5: si vede respingere da Russo la prima occasione da rete del primo tempo. Guadagna fiducia gara dopo gara (dal 75’ Gonzi sv)

Mora 7: partita davvero solida per il centrocampista che imposta e mette ordine in mediana garantendo sempre una linea di passaggio per i compagni

Di Gesù 7: prima trova la deviazione di schiena di un difensore del Trento poi va troppo debolmente su uno dei palloni più ghiotti del primo tempo. Si riscatta con il gol vittoria

D’Amico 6,5: prova più volte ad accendere la miccia sulla corsia di destra. Gli manca ancora lo spunto finale per essere davvero pericoloso sotto rete (dall’81’ Anelli sv)

Ceravolo 5,5: solito lavoro sporco. Nella ripresa si vede rimpallare per due volte un pallone potenzialmente letale per Russo (dal 75’ Alberti sv)

Morello 5,5: qualche pallone spendibile che però non riesce a fare sfruttare al meglio (dal 90’ Seck 6,5: al posto giusto nel momento giusto per il gol che chiude la gara)

All. Tabbiani 7: prova complessivamente gagliarda su un campo tutt’altro che facile e davanti ad una squadra in cerca di punti, proprio come il Fiorenzuola. Il centrocampo gira, la difesa concede poco: ottime indicazioni in vista della prossima gara casalinga con la Pro Vercelli

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie C - Colpo Fiorenzuola, sbanca Trento 0-2 e si rilancia. Le pagelle
SportPiacenza è in caricamento