menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta dello stadio Romeo Menti di Vicenza

Una veduta dello stadio Romeo Menti di Vicenza

Serie C - Ci risiamo: ora a tremare è il Vicenza Calcio. L'Arezzo rischia una forte penalizzazione

Giornata drammatica per i veneti, i calciatori - insieme all'AIC - minacciano lo sciopero per la gara contro il Gubbio. Il club toscano invece rischia un'altra sanzione

Le notizie che rimbalzano da Vicenza e Arezzo non lasciano presagire nulla di buono anche se, c’è da specificarlo subito, la situazione per entrambi i club è diversa dalla lunga agonia vissuta in autunno dal Modena. Va specificato ma non sottovalutato perché tra lunedì 18 e martedì 19 dicembre non sono arrivate comunque buone notizie.
La situazione più delicata è quella che sta vivendo il Vicenza - secondo le notizie riportate dal quotidiano VicenzaToday - gli stipendi da parte della nuova proprietà non sono stati saldati a calciatori e collaboratori e dunque arriverà una forte penalizzazione in classifica. Ma non è finita qui perché i calciatori della Lanerossi hanno proclamato lo stato di agitazione e il conseguente preavviso di un possibile «sciopero» per la prossima partita di venerdì a Gubbio, il tutto con l’appoggio dell’AIC (Associazione Italiana Calciatori) che ieri ha diramato il seguente comunicato stampa. Da sottolineare infine che, comunque vada, al Vicenza saranno affibbiati 4 punti di penalizzazione: 2 per il mancato pagamento degli stipendi entro i termini stabiliti e 2 per il mancato versamento dei contributi.

“Con la presente l’AIC e i calciatori professionisti tesserati per la società Vicenza Calcio S.p.A., vogliono porre in evidenza l’anomala situazione del club e formalmente comunicare lo stato di agitazione e il preavviso di sciopero. Come noto, vi è stato un lungo periodo di incertezza e promesse mancate, situazione conclamata ieri con il mancato pagamento degli stipendi relativi ai mesi di settembre e ottobre 2017 nel termine ultimo previsto per i controlli COVISOC. Siamo alle porte delle festività natalizie senza che i calciatori, ed alcuni dipendenti, abbiano percepito le mensilità dovute. Non si conoscono l’entità del dissesto e i termini di un eventuale piano di salvataggio. Per tali motivi i calciatori professionisti tesserati con la società Vicenza Calcio S.p.A. potrebbero non scendere in campo già venerdì prossimo a Gubbio, sostenuti dall’AIC in questa loro protesta”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento