menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Danilo Alessandro

Danilo Alessandro

Rinviata per neve Cuneo-Pro Piacenza. Danilo Alessandro: «Peccato, sosta forzata in un ottimo momento»

L'attaccante poi torna sul "cucchiaio" alla Viterbese: «Quando c’è stato il rigore, ho preso la palla e non sapevo dove calciarlo, era tanto che volevo farlo, e ho detto ci provo oggi, se va male va male…ma è andata bene». La gara forse si recupera martedì 6 marzo

Tregua forzata per il Pro: l’ufficialità è arrivata intorno a mezzogiorno, non si giocherà domani a Cuneo, finita nella morsa della neve. Per la squadra di mister Pea una nuova sosta che si va a sommare a quella di due settimane fa arrivata la vittoria con la Pistoiese: forse il momento peggiore per fermarsi considerando i sette punti raccolti nelle ultime tre uscite dai rossoneri.
La data per il rinvio non è ancora stata comunicata dalla Lega ma la sfida salvezza tra Cuneo e Pro potrebbe disputarsi martedì 6 marzo prossimo.

Un momento in più per affinare i meccanismi di squadra, qualche allenamento per permettere ad Abbate di mettere qualche allenamento nelle gambe per recuperare pienamente dall’infortunio. Per Danilo Alessandro, numero dieci rossonero, la domenica senza pallone per il Pro non porterà sicuramente in dote altri gol dopo i nove finora messi a segno in campionato. «Dispiace perché abbiamo già avuto una sosta qualche settimana fa – spiega il fantasista rossonero – Saltare un’altra partita, restare fermi per un’altra settimana spiace soprattutto dopo la partita con la Viterbese ma se dovesse portare fortuna (sorride, NdR) potremmo fermarci ogni due settimane fino a fine stagione».
L’attaccante torna anche sul rigore segnato nell’ultima partita con la Viterbese. Il pallone sul dischetto, la breve rincorsa ed un cucchiaio a beffare Iannarilli. Un gesto tecnico piuttosto rischioso, come non se ne vedono tanti. «Il cucchiaio? L’ho pensato lì per lì. Quando c’è stato il rigore, ho preso la palla e non sapevo dove calciarlo: era tanto che volevo farlo, e ho detto “ci provo oggi, se va male va male…ma è andata bene».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento