Sabato, 13 Luglio 2024
Serie C

Arriva uno stop nella "prima" del nuovo corso di Tabbiani: il Fiorenzuola si arrende al Renate

Non basta un gran gol di Anelli che pareggia a fine primo tempo; nella ripresa i padroni di casa chiudono 3-1

Il Renate si aggrappa ai nuovi acquisti appena sbarcati in rosa e supera i rossoneri con due gol nella ripresa dopo un primo tempo ben interpretato ma controbilanciato da Anelli nel finale. Paudice e Bocalon non lasciano scampo ad un Fiorenzuola che arriva a Meda con troppe incognite legate all’influenza e a condizioni fisiche non ottimali: Tabbiani passa subito al 4-3-3, suo marchio di fabbrica, ma il Renate tiene meglio il campo e colpisce con Paudice, Anelli sfodera un autentico gioiello per riportare il punteggio in parità.

É però il ballo dei nuovi acquisti perchè nel secondo tempo Bocalon prima tocca di testa e trova la sfortunata deviazione di Cremonesi; D’Amico firma un esordio volitivo ma è ancora Bocalon che va in rovesciata a firmare il definitivo 3-1. Si chiude tutto qui: il Fiorenzuola non si smuove da quota 14, una lunghezza di vantaggio sull’ultimo posto dove resta l’Alessandria.

Il Renate fa possesso, il Fiorenzuola fatica più dei padroni di casa a costruire gioco: i nerazzurri liberano al tiro Bosisio al tredicesimo ma la palla è troppo alta per impensierire Sorzi, poco dopo spunto di Tremolada che non s’intende con Paudice.

Resta piuttosto serrato il pressing operato dal Renate con la squadra di Tabbiani che ha poco margine di manovra in avanti: è Alberti a scardinare per la prima volta la retroguardia di casa appoggiando un gran pallone per Di Gesù che chiama Fallani ad un intervento d’istinto ad alzare il pallone sopra la traversa. Tocca invece il palo il tiro di Esposito deviato da Tremolada: è Paudice ad avventarsi sulla ribattuta spedendo in porta tra le proteste dei rossoneri per una posizione di fuorigioco.

Il Renate insiste nella sua rotta con l’ex Currarino a calciare dal vertice sinistro dell’area e trovare la risposta di Sorzi in presa ma il Fiorenzuola infila il pareggio nel finale di tempo e lo fa con una perla di Anelli: l’esterno riceve da Gentile a due metri dal limite dell’area e fa partire un pallone che non può che finire all’incrocio. Nell’ultimissimo secondo anche Esposito prova a tirare fuori il coniglio dal cilindro ma la conclusione al volo in girata dal limite scende troppo tardi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva uno stop nella "prima" del nuovo corso di Tabbiani: il Fiorenzuola si arrende al Renate
SportPiacenza è in caricamento