menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tecnico Fulvio Pea con il presidente Alberto Burzoni

Il tecnico Fulvio Pea con il presidente Alberto Burzoni

Raduno Pro Piacenza - Fulvio Pea: «Non parliamo di obiettivi». Piace Speziale, in arrivo Messina

La rosa dei rossoneri, lo staff tecnico e il programma delle amichevoli. Il Pro torna al lavoro

Fulvio Pea commette il fallo quando gli si chiede cosa manchi alla rosa per considerarsi completa. «Un difensore centrale esperto, un esterno di difesa e un attaccante giovane». A questo punto il pensiero corre alla trattativa che non decolla con Riccardo Musetti, che under non è, e dunque difficilmente farà parte della rosa. In sala si scoppia a ridere. Scherzi a parte sembra che il Pro Piacenza sia seriamente intenzionato ad arrivare su un altro cavallo di ritorno, David Speziale, che ha tutte le caratteristiche - è un classe ’94 - per completare il reparto offensivo dopo gli arrivi di Danilo Alessandro, Ferdinando Mastroianni e del giovane Ernesto Starita, classe ’96 della Pro Vercelli.
«Abbiamo deciso di radunarci il 12 luglio - spiega Pea - perché la squadra ha cambiato molti giocatori e quindi voglio favorire fin da subito l’amalgama del gruppo, inoltre siamo dei privilegiati perché facciamo un mestiere che per molti è un gioco, quindi non volevo prolungare eccessivamente il tempo di inattività. I campionati per quasi tutti sono finiti a inizio maggio, oltre due mesi di vacanza è fin troppo».
Il tecnico è al secondo anno sulla panchina del Pro Piacenza, fortemente voluto da Burzoni, ma ripetere il campionato scorso - fuori dai playoff per la differenza reti - sarà quasi impossibile o comunque pericoloso prenderlo come metro di giudizio. «Non mi piace parlare di obiettivi a luglio, arrivare ottavi o 14esimi a maggio dipenderà da numerosi fattori che si svilupperanno nel corso della stagione, ho il mandato di allestire una rosa di 19 giocatori perché reputiamo che questo sia il numero giusto. L’obiettivo di giugno e luglio era quello di dare solidità alla società e dargli anche credibilità, entrambe le cose le abbiamo ottenute. Molti giovani che sono arrivati ce li hanno dati in prestito club importanti di categorie superiori, questo vuol dire che credono nel nostro lavoro e ci riconoscono come esempio di serietà. L’obiettivo sportivo al momento lasciamolo perdere».
E sul mercato? «Ci mancano ancora un difensore centrale esperto, un esterno di difesa e un attaccante giovane, considerato under, poi siamo a posto. Chiaramente questo è un discorso sulla carta perché il mercato si chiude il 31 agosto e magari si presenta qualche occasione ma, di base, non vogliamo avere più di 19 elementi. Con Moretti e Armenia abbiamo definito una linea ben precisa, valutando attentamente i profili da selezionare anche in base alla struttura fisica dei giocatori. Ora i ragazzi vanno fatti maturare con l’aiuto dei più vecchi che gli devono fare da guida».
In attacco, come detto, piace Speziale mentre l’esterno di difesa potrebbe essere il giovane Michele Messina, classe ’96 che arriverebbe in prestito dall’Atalanta.

La rosa al raduno 2017/2018

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento