menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pro Piacenza - Non c'è più nulla. I giocatori se ne sono andati e con la Pro Vercelli non si giocherà

Situazione agonizzante in casa Pro il presidente Pannella ha lasciato la città. Domenica alcuni dirigenti rossoneri si presenteranno al Garilli ma è certo che non si giocherà. La Lega attende e propende per lo 0-3 a tavolino

Peccato che alla quarta partita saltata la squadra venga automaticamente esclusa dal campionato, a meno che non decida di intervenire prima la Lega. Lega Pro che proprio ieri ha vissuto su un botta e risposta tra il vicepresidente Tognon e il dg rossonero Londrosi, l’uomo che ha scoperchiato il vaso rossonero. Tognon è stato categorico in un’intervista a tuttoc.com: «Se l’Assocalciatori fa sciopero le partite finiranno 3-0, ognuno faccia il suo ruolo e si assuma le proprie responsabilità». A stretto giro di posta la risposta di Londrosi: «Tognon lasci stare l’Assocalciatori e la smetta di pontificare, si preoccupi piuttosto di come funziona la sua Lega».

Non c’è solo il Pro Piacenza che versa in uno stato agonizzante, anche altre due squadre vanno verso lo sciopero (caso strano tutte accomunante dalla fideiussione Finworld). I giocatori della Reggina minacciano sciopero domenica contro la Vibonese se non saranno saldati gli stipendi entro oggi, lo stesso vale i giocatori del Matera che minacciano sciopero - per gli stessi motivi - in vista della gara del 26 dicembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento