Questo sito contribuisce all'audience di

Pro Piacenza - Le incredibili parole di Palumbo: «Retrocessione in D e ritorno in C, Pannella ama la Serie B»

Il dg in un video: «L'obiettivo è una retrocessione decorosa per poi ritentare il salto di categoria»

 

Hanno francamente dell’incredibile le parole rilasciato dal nuovo dg del Pro Piacenza, Carmine Palumbo, nella pancia dello stadio di Cuneo. Il video realizzato dai colleghi campioni.cn (leggi qui), il sito sportivo di Cuneo, dura tre minuti ed è un’intervista a Palumbo.

Questi i passaggi più significati che stonano davvero tanto con la realtà dei fatti: «I ragazzi che sono andati in campo sono dei piccoli eroi. Dalla prossima settimana arriveranno giocatori di categoria e staff tecnico (si parla di Lulù Oliveira)».

Poi arriva la battuta che lascia a bocca aperta: «Il futuro è una retrocessione dignitosa, ripartire dall’anno prossimo in Serie D e tentare il salto di categoria per tornare in Serie C perché il nostro presidente (Maurizio Pannella, ndr) ama la Serie B e già la Serie C gli sta stretta».

In seconda battuta, nel primo pomeriggio di oggi, arriva a che una nota stampa sempre di Palumbo che riportiamo integralmente:
«Nella qualità di Direttore Generale della società Pro Piacenza Calcio ed a nome della società tutta si comunica quanto segue: in merito alla gara di ieri (17 febbraio 2017) Cuneo/ Pro Piacenza e della situazione venutasi a creare si precisa che, onde evitare la quarta rinuncia e quindi l’irreparabile, si è dovuti scendere in campo. Avendo avuto solo 36 ore di tempo, quello effettivo intercorso dalla comunicazione fino a riprendere l’attività agonistica, pur essendoci fattivamente adoperati sia noi come società e sia gli uffici preposti della Lega Pro, non si è fatto in tempo ad adempiere a pratiche di tesseramento di tecnici o calciatori professionisti e svincolati. Premettendo che, non si verificherà ancora una situazione del genere, siamo già in attività al completamento degli staff e di una rosa di calciatori competitiva. Si comunica inoltre, che per qualsiasi motivo non si riuscisse ad allestire quanto sopra indicato, saremmo pronti noi stessi a chiedere alla FIGC ed alla LEGAPRO l’estromissione dal campionato».

Potrebbe Interessarti

Torna su
SportPiacenza è in caricamento