menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pro Piacenza - La radiazione ancora non arriva: semplice ritardo o cambia la posizione della Figc?

Il provvedimento di esclusione era atteso prima mercoledì e poi per giovedì ma non è stato pubblicato. Da quanto filtra sembra ci sia un nodo sui regolamenti Noif che non permettono l'esclusione di una società per stipendi non pagati e fideiussione non sostituita

Tutto sospeso? Può essere davvero questa la pista più concreta. Una settimana fa il presidente Gravina aveva avviato l’iter per estromettere il Pro Piacenza dal Girone A di Serie C considerando le innumerevoli inadempienze (a oggi mancano stipendi e contributi da settembre a gennaio) e il fatto che il Pro non scende in campo da inizio dicembre: per tre volte perché non aveva nemmeno una squadra da schierare e dopo, una volta trovati una decina di giovani, per intervento di Figc e Lega. Mercoledì era designato come il giorno della radiazione, poi si è slittati a giovedì ma nemmeno oggi sono arrivate comunicazioni.
Ma perché c’è questo ritardo? Di versioni ufficiali non ce ne sono, tuttavia sembra che il mancato pagamento degli stipendi e la mancata sostituzione della fideiussione Finworld non siano motivazioni sufficientemente valide per poter radiare un club. E’ possibile, a questo punto, che non si tocchi nulli e si arrivi all’ipotesi avanzata da Ghirelli, il presidente di Lega, qualche giorno fa, cioè l’esclusione diretta per quelle società che non pagheranno i 350mila euro di multa causa fideiussione non cambiata. Insomma, nella vicenda Pro Piacenza e Matera si potrebbero allungare ancora i tempi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento