Questo sito contribuisce all'audience di

Pro Piacenza, la fideiussione è ok ma adesso c'è il giallo degli stipendi

Il TFN dà ragione al club sulla garanzia per l'iscrizione, adesso però i giocatori stanno valutando l'eventuale messa in mora perché sembra che gli stipendi non siano stati saldati.

Il Tribunale Federale Nazionale ha dato ragione al Pro Piacenza (e a Reggina, Matera e Cuneo) sulla vicenda legata alla Fideiussione Finworld, il club rossonero così scongiura la possibilità di una maxi penalizzazione di 8 punti e una multa da 350mila euro. Ma i problemi non sono finiti qui perché c’è poi tutta la questione legata agli emolumenti: il 16 ottobre scadevano i termini per saldare stipendi e contributi di giocatori e dipendenti. Come avevamo scritto il Pro, non ufficialmente, ci aveva comunicato di aver saldato tutte le pendenze nella giornata di martedì (l’ultima disponibile), versione che fa a pugni con la realtà dei fatti perché nella giornata di oggi i giocatori si sono riuniti - dopo un confronto con Giannichedda - e stanno pensando di mettere in mora la società rivolgendosi ai legali dell’Associazione Italiana Calciatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piacenza-Pro Vercelli 1-1: Della Morte trova il pari nel finale su errore di Bruzzone

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Calciomercato: Bortoletti, Baldan, Borghini, Conson, Biondi e Alvaro Montero non arriveranno

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

  • Serie C - Il Piacenza non sa più vincere. La Pro Vercelli strappa l'1-1 nel finale, biancorossi ora terzultimi

Torna su
SportPiacenza è in caricamento