Questo sito contribuisce all'audience di

Pro Piacenza - Anche contro la Juventus U23 non si giocherà. Intanto Londrosi prosegue la battaglia

Dopo la rinuncia a scendere in campo domenica contro la Pro Vercelli, anche la gara del 27 dicembre contro i bianconeri non si disputerà. Londrosi attacca ancora: «Alcuni giocatori del Pro hanno chiesto di escutere la fideiussione Finworld, così scopriremo le carte»

Massimo Londrosi, ex dg del Pro in guerra aperta contro il presidente Pannella

Quanto accaduto domenica fuori dai cancelli dello stadio Garilli è una delle pagina più nere dello sport piacentino. Il Pro Piacenza, come ampiamente scritto la scorsa settimana e come comunicato dai giocatori stessi (che non si allenano da giovedì scorso e hanno lasciato la città) attraverso l’Assocalciatori, non si è presentato allo stadio per disputare la gara contro la Pro Vercelli che otterrà lo 0-3 a tavolino mentre per il Pro, tanto per cambiare, è in arrivo una multa salatissima. Questo è però l’ultimo dei problemi, la società è già arrivata al capolinea da settimane e da capire rimane solo il futuro: fallimento con possibile esercizio provvisorio (ipotesi remota e difficile) o radiazione? E sì perché il Pro domenica non si è presentato in campo, se dovesse accadere altre tre volte scatterà l’esclusione automatica dal campionato con ripercussioni anche sull’attività del settore giovanile.
Quest’ultima è proprio l’ipotesi a oggi più accreditata. I calciatori la scorsa settimana avevano indetto lo sciopero per la gara del 27 dicembre contro la Juventus U23 ad Alessandria, a meno che il presidente Pannella non saldi entro il 24 dicembre gli stipendi di settembre e ottobre, ipotesi remotissima. Anzi, a dirla tutta, anche il 27 dicembre non si giocherà e lo stesso vale per la partita del 30 dicembre contro il Siena, forse gli allenamenti della squadra guidata da Maspero riprenderanno il 28 dicembre giusto per non rimanere fermi in vista del calciomercato che apre il 3 gennaio, ma i forfait contro Pro Vercelli, Juventus U23 e Siena aprono alla radiazione. Il Pro sarebbe costretto a trovare una soluzione alla ripresa del campionato il 20 gennaio, quando è il calendario la gara interna contro l’Alessandria.
Intanto prosegue la battaglia personale dell’ormai ex direttore generale Massimo Londrosi al fianco dei giocatori del Pro e contro il presidente Pannella. In mattinata è arrivato un altro comunicato stampa di Londrosi in cui specifica come alcuni tesserati del Pro Piacenza, con contratti depositati in Lega, abbiano provveduto a notificare la richiesta di escussione delle fidejussioni depositate. Comunicato che riportiamo integralmente:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento