Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza e Pro Piacenza: per l'affitto dello stadio Garilli si va verso un accordo?

Nel primo incontro tra le parti in Comune si esce con un nulla di fatto, all'inizio della prossima settimana nuovo tavolo con l'amministrazione comunale che cercherà di mediare, ma la gestione dello stadio rimane in mano ai biancorossi che hanno vinto il bando

Come avevamo ampiamente previsto - e per questo suggerivamo un incontro al più presto - la vicenda legata all’affitto dello stadio Garilli del Piacenza al Pro Piacenza è scoppiata suscitando un vespaio di polemiche. Il riassunto della vicenda è semplice: il Piacenza ha vinto un regolare bando pubblico per la gestione dello stadio, in calce ai documenti è chiaramente specificato che il nuovo gestore è libero di applicare la tariffa di affitto che ritiene più opportuna e così il Piacenza ora chiede 7mila euro per affittare la struttura al Pro durante le partite ufficiali, mentre fino al 30 giugno il prezzo era di 3mila euro a gara. Più del doppio.

A questo punto il Pro Piacenza ha protestato inviando prima una lettera al Piacenza Calcio - in cui si diceva intenzionato a pagare solamente la cifra in vigore fino al 30 giugno, data in cui scadeva il vecchio accordo - poi chiamando in causa l’amministrazione comunale. Il Piacenza, tramite un comunicato stampa, si è detto disponibile a rinunciare alla gestione dello stadio, passando “il cerino” nuovamente al Comune, a patto che a entrambe le società sia applicata la stessa tariffa. Soluzioni?

Al netto dell’evidenza dei fatti - cioè che i due club non vanno assolutamente d’accordo - il Comune ha convocato per l’inizio della prossima settimana un tavolo con i rappresentanti delle due società: i presidenti Gatti e Burzoni, e i direttori generali Scianò e Armenia. Si cercherà una mediazione - il Comune non sembra intenzionato a riprendersi la gestione dello stadio - e la sensazione è che un accordo verrà trovato magari ammorbidendo le cifre perché se da un lato è vero che al Piacenza fa comodo l’affitto del Pro (ma i biancorossi sarebbero disposti ad andare avanti anche da soli), è altrettanto corretto dire che l’opzione Pavia per il Pro Piacenza rappresenterebbe il definitivo distacco dalla città.
Difficile, infine, la soluzione Fiorenzuola: al Comunale (che necessiterebbe di notevoli interventi per risultare a norma) giocano già il Fiorenzuola e la Fulgor (Terza).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • La Gas Sales Bluenergy rischia il crollo, va sotto 2-0 poi recupera e batte Padova al tie break

Torna su
SportPiacenza è in caricamento