Serie C

Piacenza, al lavoro per il futuro: Scalise nuovo mister, tante novità dal mercato

Sarà un’estate di cambiamenti in casa biancorossa. L’obiettivo è quello di migliorare i risultati raggiunti, all’interno di un progetto di crescita a medio termine

Si riparte dal nono posto dello scorso anno: 12 vittorie, 14 pareggi e 12 sconfitte (con 44 gol fatti e 46 subiti), per un Piacenza che ha chiuso la stagione regolare proprio alle spalle di quella Juventus Under 23 che ne ha decretato l’immediata e amara uscita al primo turno dei play-off. Il regolamento degli spareggi per la promozione è crudele, soprattutto nelle prime battute: sfida secca in casa della squadra meglio classificata, che gode di due risultati su tre. I bianconeri hanno così eliminato i ragazzi di Scazzola con uno 0-0 pieno di rimpianti, caratterizzato anche dalle traverse di Rabbi e Rossi.

Il mondo del calcio però non si ferma mai: bando ai rimpianti, è già tempo di programmare una stagione che vedrà tanti cambiamenti rispetto a quella appena andata in soffitta. La prima grande novità per la squadra presieduta da Pighi è ovviamente rappresentata dal cambio di guida tecnica. L’esperto Scazzola andrà a cercare fortuna altrove, con la società emiliana che ha attuato un deciso cambio a livello strategico: largo al giovane Manuel Scalise, ex calciatore classe 1981 alla sua prima esperienza da tecnico tra i professionisti. La sua carriera da allenatore è cominciata a Cosenza prima alla guida della Berretti, poi degli Allievi. Quindi il passaggio al Borgo San Donnino e al Club Milano in Eccellenza, per poi fare il salto con la Caronnese, club di Serie D che ha portato al 7° posto.

Il cambio di paradigma è dunque palese. Si punta su un allenatore giovane ma con le idee molto chiare che, stando ai rumors, dovrebbe firmare un contratto di due anni. Dopo aver sistemato il discorso relativo alla panchina, sarà tempo di calciomercato. La volontà è quella di rendere la rosa ancor più giovane e competitiva, provando poi a migliorare il posizionamento finale raggiunto quest’anno anche attraverso un percorso più soddisfacente ai play-off. Come già anticipato dal nostro sito nelle scorse settimane, Bobb, Castiglia, Gonzi e Tafa lasceranno il club emiliano: si punterà forte, invece, su giocatori come Cesarini, Corbari, Cosenza, Dubickas, Marchi, Nava, Parisi e Suljic. Capitolo riscatti: la volontà è quella di trattenere Rabbi dal Bologna, mentre il riscatto di Munari dal Cesena pare cosa fatta.

In merito alla posizione di punta centrale, inoltre, andrà approfondito il discorso relativo a Filip Raicevic. Il montenegrino, classe ’93, vanta esperienza da vendere e ha un contratto in scadenza al 30 giugno, con opzione per il rinnovo di un anno. Le prestazioni dell’ultima stagione però non sono state convincenti, complici anche molti problemi fisici: il bottino di un gol e due assist lo dimostra ampiamente. Nelle prossime settimane se ne saprà di più. In attesa della finalissima play-off tra Padova e Palermo, la certezza sarà quella di un campionato ancor più equilibrato e combattuto in Serie C: su Sportytrader sarà possibile avere tutte le informazioni a riguardo, con consigli, pronostici calcio e previsioni degli esperti sulle chance del Piacenza 2022-2023.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza, al lavoro per il futuro: Scalise nuovo mister, tante novità dal mercato
SportPiacenza è in caricamento