rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Serie C

A un buon Fiorenzuola non riesce l'impresa in casa del Padova

I rossoneri passano in vantaggio con Ferri ma vengono ripresi e superati da Ceravolo che a dieci minuti dal termine trova il 2-1 su rigore

Niente impresa per il Fiorenzuola che esce dall’Euganeo con una sconfitta. Una sconfitta subita in rimonta dopo una prova comunque positiva per la squadra di mister Tabbiani che chiude la prima frazione in vantaggio e prova a contenere per lunghi tratti le iniziative di un Padova che però ha senza dubbio qualcosa in più in termini di cambi e sul fronte tecnico: Saber detta bene i tempi, Ronaldo ha piede ed astuzia, Ceravolo non sbaglia quando è chiamato a timbrare.

Per il Fiorenzuola è la seconda sconfitta consecutiva dopo quella di domenica scorsa: i rossoneri sono ora quindicesimi in graduatoria e avranno la possibilità di rifarsi già domenica al Pavesi contro un Lecco uscito vittorioso nella sfida odierna con la Pro Patria.

Le prime conclusioni della gara sono di marca patavina ma Saber prima e Ceravolo poi, di controbalzo, spediscono la sfera altissima sopra la traversa. Le due formazioni giocano a moduli speculari con il Fiorenzuola che prova a ripartire in velocità con Mamona sulla corsia di destra ed i padroni di casa che scelgono Saber come vertice basso del centrocampo e Ronaldo più libero di spaziare sulla trequarti.

Proprio il brasiliano ci prova al quarto d’ora con una punizione dal limite concessa per fallo di Nelli: palla sulla barriera e pericolo scampato per Battaiola. Il Padova guadagna metri e ci riprova con Chiricò che penetra nell’area rossonera dalla destra, salta Dimarco ma vede la sua conclusione smorzata in angolo. Troppo poco per sbloccare un risultato che gravita intorno ad un equilibrio quasi costante: i rossoneri rispondono con due discese di Dimarco: il primo cross è preda di Valentini in anticipo su Tommasini, il secondo non conduce a nessuna conclusione verso Donnarumma.

I padroni di casa si rivedono nell’area rossonera al trentacinquesimo con Chiricò innescato dal lancio lungo di Ronaldo: l’esterno trova tempo e spazio per il tiro mandando fuori di poco. È senza dubbio l’occasione più importante del primo tempo almeno fino al trentasettesimo: corner per il Fiorenzuola battuto da Currarino, schema a liberare Ferri al limite dell’area; il centrale libera una conclusione che pizzica il palo prima di superare Donnarumma. La squadra di Pavanel prova da subito ad organizzare una reazione ma non incide come potrebbe, si torna negli spogliatoi sullo zero a uno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A un buon Fiorenzuola non riesce l'impresa in casa del Padova

SportPiacenza è in caricamento