menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio a Lecce, ucciso l'arbitro Daniele De Santis. Aveva arbitrato il Piacenza quattro volte negli ultimi anni

Il 33enne è stato trovato accoltellato a morte in casa insieme alla sua fidanzata

Tragedia nella notte a Lecce, il quotato arbitro di Lega Pro, Daniele De Santis (33 anni), è stato trovato assassinato nella sua abitazione insieme alla sua fidanzata, Eleonora Manta. De Santis sarebbe stato l’amministratore del condominio e secondo le prime informazioni - così ricostruisce il Corriere della Sera - si sarebbero sentite delle urla provenire dall’abitazione e poi alcuni testimoni avrebbero visto fuggire un uomo con un coltello, per questo motivo sono stati disposti diversi posti di blocco. De Santis era piuttosto navigato, tra Serie C, Serie D e campionati giovanili aveva 130 partite nel suo curriculum e diverse volte aveva arbitrato le gare del Piacenza. Incontrò i biancorossi per la prima volta in Serie D nella stagione 2015/2016 arbitrando la gara di campionato vinta contro la Pro Sesto del 15 novembre (1-2) e poi il 5-1 al Venezia nella Poule Scudetto del 22 maggio. Nella stagione successiva, in Serie C, arbitrò Piacenza-Pontedera (1-0) l’11 dicembre (e anche Prato-Pro Piacenza e Lucchese-Pro nella stessa stagione) mentre nel 2017 fischiò Giana Erminio-Piacenza 4-3 l’8 novembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento