menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Pro Piacenza nomina il nuovo dg Carmine Palumbo e prova ad allestire una squadra per Cuneo

Il presidente Maurizio Pannella non si dà per vinto e insieme al fedelissimo Anselmi è tornato al lavoro per evitare la radiazione. Pronti alcuni giocatori svincolati. Ecco i veri motivi che hanno portato la Figc a ripristinare le gare dei rossoneri

Non rimane che attendere gli effetti dalla mossa della Federcalcio che ha ufficialmente ripristinato tutte le partite del Pro Piacenza (erano temporaneamente sospese d’ufficio da un mese) a partire da quella di domenica a Cuneo. I rossoneri hanno sulle spalle già tre rinunce a dicembre - contro Pro Vercelli, Juve U23 e Siena - alla quarta saranno automaticamente radiati: in pratica sono obbligati a giocare se non vogliono dire addio al campionato.

Mossa interessante ma rischiosa, sembra infatti che il presidente Pannella si sia già attivato per richiamare al Siboni quei dieci ragazzini di Roma, Salerno e cinque Berretti che erano disposti al martirio sportivo di gennaio, a Cuneo si potrebbe davvero giocare.
E’ notizia di poco fa la nomina di Carmine Palumbo come direttore generale del Pro che affianca Pannella e il suo fedelissimo tuttofare Marco Anselmi, l’intenzione è quella di andare in Piemonte e sarebbero già pronti una decina di giocatori, staff tecnico e sanitario. Ovviamente ci si domanda che serietà abbia una sistema che permette a una società, che non paga gli stipendi da settembre, di tesserare altri lavoratori ma ormai ci abbiamo rinunciato. La risposta è sotto gli occhi di tutti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento