menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gianluca Barba in azione

Gianluca Barba in azione

Il Pro Piacenza e Barba spaventano l'Alessandria che acciuffa il pareggio (1-1) con Fischnaller

Gran bella prova dei rossoneri sotto il diluvio, la squadra di Pea gioca e si porta in vantaggio con il centrocampista, nella ripresa la qualità dei piemontesi permette di arrivare al pareggio

Un punto conquistato, due punti che scivolano via con la pioggia. Il Pro esce da un campo che a fine partita ha le sfumature di una trincea con un pareggio prezioso contro una delle prime della classe. L’Alessandria è squadra tosta, di grande esperienza e prova fin da subito a farsi valere in avanti. I rossoneri però non demordono: il palo di Mastroianni è il segnale. Dal pantano arriva un guizzo di Barba, lesto a raccogliere un pallone che aveva rimpallato più e più volte nemmeno fosse in un flipper. I grigi però possono contare sulla continua spinta offensiva di Marconi e su una panchina lunga. Una panchina sulla quale siede anche Fischnaller che entra ed in venti minuti sistema almeno in parte i danni infilando Gori dopo un brutto scivolone di Messina. Un punto a testa, una vittoria che si perde nella pioggia.

PALO E GOL – Grigio. Come il cielo sopra al “Garilli” dove torna a piovere già a mezz’ora dal fischio d’inizio. Grigio come il colore dominante in avvio con l’Alessandria che prova fin da subito ad imporre il suo gioco. Al sesto arriva un colpo di testa di Marconi su preciso cross di Sestu: para senza problemi Gori. Il Pro esce dalla tempesta all’undicesimo quando Bazzoffia mette in mezzo un buon pallone: Agazzi smanaccia fuori. Ci prova anche Barba con una conclusione da fuori: troppo debole e centrale per impensierire gli ospiti. Mentre il campo inizia a risentire delle pessime condizioni meteo, i rossoneri guadagnano fiducia e sfiorano il gol: Alessandro si allarga sulla destra e crossa per Mastroianni che si avventa sul pallone. Colpo di testa e sfera che si stampa sulla base del palo. Gol sbagliato e gol subito? No. Perché a passare in vantaggio è proprio il Pro. Punizione di Alessandro che si stampa sulla barriera. Tiro di Belotti, uno, due rimpalli ed il pallone che resta nel cuore dell’area: ci si avventa Barba che con un rasoterra fa secco Agazzi. Nei minuti finali i grigi accennano una reazione ma non arrivano conclusioni pericolose dalle parti di Gori: all’intervallo è il Pro a condurre le operazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento