rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Serie C

Fiorenzuola - Tabbiani: «Siamo feriti e arrabbiati, abbiamo fatto la partita». Le pagelle

Il tecnico: «Se guardiamo il tabellino è duro, ripeto che ai playout conta solo vincere, ma quello che deve dare forza sul match di ritorno è la prestazione»

«E’ una sconfitta che fa male, perché siamo in un momento della stagione in cui conta il risultato più che la prestazione». Sono le parole di Tabbiani.
«Il problema è che oggi non si è vista la differenza del risultato, abbiamo costruito corner, tirato in porta, subito poco, però veniamo via con un risultato pesante. Dietro siamo contati, non abbiamo grandi soluzioni, però lasciatemi dire che oggi non ho tanto recriminare. Chiaro che se guardiamo il tabellino è duro, ripeto che ai playout conta solo vincere, ma quello che deve dare forza sul match di ritorno è la prestazione. Oggi abbiamo calciato una quantità infinita di corner, abbiamo creato e questo ci deve dare fiducia per domenica prossima. Non andremo a Novara in vacanza, siamo feriti e arrabbiati. Daremo tutto, però onestamente vi dico che oggi la squadra nonostante il risultato ha dimostrato di essere viva».

Le pagelle

Sorzi 6: in occasione del primo gol ospite Urso gli sbuca davanti all’ultimo istante. Nella ripresa il Novara si vede decisamente poco dalle sue parti

Sussi 6: la sua gara dura soltanto mezz’ora poi è costretto ad uscire in barella (dal 30’ Nelli 6: prima centrocampista poi difensore aggiunto nella ripresa: firma l’assist per Anelli)

Potop 4,5: Ongaro che resiste alla sua carica arrivando fino in porta è segno di una partita tutta in salita per la retroguardia rossonera. Espulso nel finale quando ferma con trattenuta Corti

Cremonesi 4,5: pomeriggio altrettanto difficile perché prima tiene in gioco Urso in occasione del primo gol poi il suo tocco con il braccio provoca il rigore dello 0-2 (dal 70’ Musatti 6: aiuta il centrocampo a cambiare passo).

Maffei 5,5: quando mister Gattuso inverte gli esterni il Fiorenzuola perde punti di riferimento (dal 56’ Alberti 6: il contesto è decisamente compromesso, una conclusione pericolosa nel finale)

Oneto 5,5: parte a metà campo poi l’infortunio di Sussi lo costringe a retrocedere in difesa. Esce dopo l’intervallo nel tentativo di riequilibrare l’assetto (dal 46’ Morello 6: una discesa nei primi minuti della ripresa dove cresce insieme alla squadra)

Mora 6: prova a farsi punto di riferimento per i compagni ma soffre comunque la pressione avversaria

Di Gesù 5,5: poco presente nella manovra rossonera

D’Amico 5: ammonito già al settimo minuto di gioco non riesce a spingere mai sulla corsia di destra (dal 70’ Anelli 6,5: subito nel vivo trovando, di testa, il gol della speranza)

Ceravolo 6: cerca con insistenza la profondità per tutto il primo tempo rubando centimetri a Bertoncini: l’ultimo a mollare, Lorenzini salva una sua conclusione sulla linea

Bocic 5,5: non riesce a sfruttare un regalone di Minelli che, di fatto, gli serve un pallone in area. Nella ripresa è tra i più intraprendenti

All. Tabbiani 5,5: le iniziative iniziali di Ceravolo lasciano ben sperare ma, ancora una volta, è il Novara a trovare la quadra sulla gara e sul Fiorenzuola. I tre gol nell’ultimo frangente di primo tempo pesano come un macigno, prova comunque a mettere ordine e trova la speranza con Anelli. Al Piola servirà comunque un’impresa enorme per mantenere la categoria

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorenzuola - Tabbiani: «Siamo feriti e arrabbiati, abbiamo fatto la partita». Le pagelle

SportPiacenza è in caricamento