rotate-mobile
Serie C

Fiorenzuola - Tabbiani: «Contro il Piacenza sarà una partita bella da giocare e vogliamo farla nostra»

Il tecnico: «Fino a qualche anno fa il Piacenza era qui a giocare le amichevoli estive, pensare di aver l’opportunità di affrontarli in una partita ufficiale e vedere che in tanti tengono a questa gara te la fa sentire diversa: probabilmente la sentiamo più noi». Il match con la Juve anticipato a sabato 20

Realab Proposta2-74 (trascinato)«Sarebbe ipocrita dire che questa è una settimana come le altre. Sarà una partita bella da giocare, sarebbe anche più bella riuscire a farla nostra». Bastano davvero poche parole a mister Tabbiani per descrivere l’atmosfera che separa Fiorenzuola dal primo derby tra rossoneri e biancorossi in serie C (fischio d'inizio al Pavesi alle 14.30). Basta anche meno per percepire nella voce dell’allenatore quella carica agonistica che lo accompagna sempre in campo e che sembra farsi se possibile anche più intensa in vista della prossima domenica. Intanto, notizia diu venerdì, il match contro la Juventus U23 è stato anticipato alle 14.30 di sabato 20 novembre

La vittoria all’ultima azione con la Pro Patria con il gol di Palmieri rappresenta senza dubbio un fattore importante per il gruppo rossonero. «Ogni partita fa storia a sé, aver vinto domenica dà morale e avrebbe dato morale in vista di qualsiasi partita: vincere all’ultimo minuto, dopo un ottimo primo tempo e aver sofferto nel secondo concludendo così regala autostima e fiducia. Sicuramente è meglio arrivare al derby con il morale alto piuttosto che con qualche preoccupazione».

Mister Tabbiani guarda alla sfida con i biancorossi ripercorrendo un passato composto principalmente di amichevoli estive. Lo fa senza nascondere un pizzico di orgoglio per la promozione della passata stagione che aveva riportato il Fiorenzuola tra i professionisti. «Fino a qualche anno fa il Piacenza era qui a giocare le amichevoli estive, pensare di aver l’opportunità di affrontarli in una gara ufficiale e vedere che in tanti tengono a questa partita te la fa sentire diversa: probabilmente la sentiamo più noi, anche per la società che dopo vent’anni ha riportato la squadra tra i professionisti è un motivo di orgoglio, come è motivo di orgoglio per il lavoro di squadra e staff».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorenzuola - Tabbiani: «Contro il Piacenza sarà una partita bella da giocare e vogliamo farla nostra»

SportPiacenza è in caricamento