rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Serie C

Fiorenzuola - Tabbiani: «Bene così, ma dobbiamo soffrire meno». Baldrighi: «Stiamo crescendo»

Quella contro il Legnago è la quinta vittoria in campionato del Fiorenzuola che si trova a metà classifica. Domenica prossima trasferta da bollino nero in casa della capolista SudTirol, fin qui imbattuta e che ha la difesa meno battuta d'Europa

Luca Tabbiani voleva la vittoria per mettersi in tasca tre punti importantissimi contro una diretta rivale e per dedicare il successo al tifoso Cesare De Giuli, detto “il professore” scomparso in settimana. Si prende entrambe le cose il tecnico del Fiorenzuola.
«Cesare ci mancherà - ha detto a caldo - seguiva tutti i nostri allenamenti ed era giusto dedicargli un successo dal campo». Dopodiché il tecnico è passato ad analizzare la partita. «Siamo partiti benissimo nella prima mezzora, creando e concretizzando gioco, poi siamo progressivamente scomparsi lasciando troppo spazio agli avversari. Il Legnago a un certo punto premeva molto forte però c’erano gli spazi e i tempi per rilanciare l’azione e noi non sempre l’abbiamo fatto bene, poi nell’ultimo quarto d’ora abbiamo sofferto. Sono comunque contento perché abbiamo portato in fondo il risultato, soffrendo, significa che la squadra cresce a ogni settimana, adesso siamo più bravi nel leggere i diversi momenti della partita ma, ripeto, dobbiamo imparare a soffrire un po’ meno».

Così il team manager Baldrighi. «Abbiamo portato a casa un risultato che solo qualche mese fa non saremmo stati in grado di farlo nostro, è segno che stiamo crescendo e ci stiamo abituando alla categoria. In Serie C c’è sempre un grande equilibrio e basta poco per alterarlo, il Legnago ha sprecato molto noi invece siamo stati concreti. Si questo campionato si vince anche in questo modo». Per il Fiorenzuola quella contro il Legnago è stata la quinta vittoria in campionato e la quarta partita in cui ha tenuto la porta inviolata. Il prossimo appuntamento è domenica 5 dicembre in casa della capolista SudTirol, trasferta a dir poco proibitiva visto che non ha ancora perso in campionato (40 punti) ed è la migliore difesa d’Europa (4 gol subiti in 16 partite).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorenzuola - Tabbiani: «Bene così, ma dobbiamo soffrire meno». Baldrighi: «Stiamo crescendo»

SportPiacenza è in caricamento