Serie C

Ci sarebbe anche il Pro Piacenza fra le società con la fideiussione a rischio in Serie C

La società rossonera si sarebbe appoggiata a una finanziaria a cui “nell’aprile scorso la Banca d’Italia avrebbe negato l’iscrizione all’albo unico". Possibile una proroga dei tempi

Ci sarebbe anche il Pro Piacenza nel gruppo dei dieci club che per la fideiussione richiesta dal regolamento relativa all'iscrizione in Serie C si sono appoggiati a una società di intermediazione finanziaria, la Finworld Spa, a cui “nell’aprile scorso la Banca d’Italia avrebbe negato l’iscrizione all’albo unico. La Finworld - scrive la Gazzetta dello sport - può operare sul mercato ma non ci si è ancora espressi nel merito ed è sotto verifica”.

L’elenco delle dieci squadre viene riportato da TuttoC.com. Oltre al Pro Piacenza il gruppo comprenderebbe anche Arzachena, Cuneo, Juve Stabia, Lucchese, Matera, Reggina, Rende, Siracusa e Teramo. Pare che Pasquale Gravina, presidente della Lega Pro, avesse avvertito i club del pericolo: la fideiussione allo stato attuale è regolare ma potrebbe essere invalidata. In questo caso non è da escludere che alle società venga concesso altro tempo per definire gli aspetti regolamentari e amministrativi mettendosi in regola con una nuova fideiussione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ci sarebbe anche il Pro Piacenza fra le società con la fideiussione a rischio in Serie C
SportPiacenza è in caricamento