menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covisoc: tra Serie B e Serie C le situazioni più critiche sono di Cesena, Bari, Andria, Lucchese e Reggiana

In B bocciato anche l'Avellino ma manca solo la fideiussione. In C il Mestre dice addio e con la fusione Bassano-Vicenza si scende già a 58 squadre. Altre bocciature sempre in Serie C ma molte sono per problemi risolvibili. Entro il 19 i ricorsi, il 20 luglio la Figc decide

Le decisioni della Covisoc sulle iscrizioni ai campionati 2018/2019 si sono abbattute sul calcio di Serie B e Serie C come un ciclone. Nulla di diverso dagli anni scorsi, a conferma che il “pallone” italiano è sempre in costante sofferenza. Ora c’è tempo fino alle 19 di lunedì 16 per i ricorsi (e mettere a posto la propria posizione) che saranno esaminati entro il 19 luglio, mentre il 20 del mese la Figc prenderà una decisione definitiva e procederà con gli eventuali ripescaggi.

A far rumore ovviamente sono le esclusioni dalla Serie B di Cesena, Bari e Avellino, sebbene in modi diversi. Il Cesena è spacciato sotterrato dai pesantissimi debiti con il fisco italiano, il Bari invece deve trovare entro lunedì 3 milioni per ricapitalizzare (1.5 è già stato versato) e iscriversi al fotofinish, mentre l’Avellino ha problemi minori: manca la fidiussione ma la società irpina conta di sistemarsi e al massimo sconterà 1-2 punti di penalizzazione.
Nel caso dovessero saltare Cesena e Bari sono pronte, in ordine, Siena e Ternana per essere ripescate (Novara e Catania non sarebbero ripescabili).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento