Sabato, 18 Settembre 2021
Serie A

Simone Inzaghi: l'Inter è l'occasione della vita

Il salto di qualità dalla Lazio ai campioni d'Italia rappresenterà un esame importante per il tecnico piacentino

Simone Inzaghi è il nuovo allenatore dell’Inter, ormai lo sanno anche i sassi. La notizia è stata una vera sorpresa, nessuno avrebbe mai scommesso sul suo passaggio ai neo campioni d’Italia. È vero, Antonio Conte era ai ferri corti con la dirigenza nerazzurra e un cambio in panchina era nell’aria, tuttavia il tecnico piacentino non rientrava tra i papabili. Cresciuto all’ombra del fratello Pippo, bomber di fama internazionale, attaccante rapace come pochi, Simone Inzaghi da calciatore ha vissuto una carriera di tutto rispetto. Proprio come Pippo, anche lui ha indossato la maglia della sua città natale, il Piacenza, ma è alla Lazio che Simone ha legato indissolubilmente il suo nome, prima coma calciatore e poi come allenatore. Leggi di più sulla sua carriera nei prossimi paragrafi.

Il rapporto di Simone Inzaghi con Lotito

Lotito ha visto in lui grandi potenzialità come tecnico e dopo aver fatto la gavetta come allenatore delle formazioni giovanili della Lazio, nell’aprile del 2016 il presidente dei biancocelesti gli affida la panchina della prima squadra lasciata vacante da Pioli, esonerato per gli scarsi risultati conseguiti. Per l’ex attaccante piacentino è l’occasione della vita e da quel momento guiderà la Lazio fino alla fine del campionato 2020/21. Convinto sostenitore della difesa a 3, è probabile che Marotta l’abbia scelto per guidare Inter anche tenendo conto di questo aspetto. Infatti, Antonio Conte schierava l’Inter con il 3-5-2. L’intenzione della dirigenza nerazzurra è quella di una “continuità tattica” e Simone Inzaghi può certamente garantirla.

Pronto per il salto di qualità

L’ex attaccante di Piacenza e Lazio avrà un compito non semplice, ripetere i successi del suo predecessore ma facendo i conti con l’annunciato ridimensionamento del budget. È una sfida che non spaventa l’allenatore piacentino, già abituato con Lotito a fare di necessità, virtù. Per la sua carriera, il passaggio all’Inter, fresca vincitrice del titolo di Campione d’Italia, rappresenta senza dubbio un salto di qualità. È l’occasione della vita per affermarsi come tecnico anche a livello internazionale. Dalla sua, il piacentino ha tutte le carte in regola per fare bene, a cominciare da una consolidata esperienza come tecnico. È abile soprattutto a organizzare la fase difensiva, basti pensare a come sia cresciuto un difensore come Acerbi, sotto la sua guida, giusto per fare un nome.

Ma la filosofia di gioco di Inzaghi, naturalmente, esalta anche gli attaccanti. Non è un caso se Ciro Immobile, dopo un paio di anni davvero difficili, con Simone Inzaghi sia tornato a segnare gol a grappoli. Siamo davvero molto curiosi di vedere come saprà esaltare le doti fisiche e atletiche di un campione come Lukaku, grande trascinatore dell’Inter di Antonio Conte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simone Inzaghi: l'Inter è l'occasione della vita

SportPiacenza è in caricamento