Questo sito contribuisce all'audience di

Simone Inzaghi prolunga il contratto con la Lazio: è atteso da un ruolo "alla Ferguson"

Il piacentino sarà allenatore dei biancocelesti fino al 2023: ingaggio aumentato, percepirà 2 milioni e mezzo all'anno

Simone Inzaghi è alla Lazio, prima come giocatore e quindi come tecnico, dal 1999

Alla Lazio è arrivato da giocatore nel 1999 e ci resterà, come tecnico, almeno fino al 2023. Simone Inzaghi prolunga il matrimonio in biancoceleste: sarà l’allenatore della squadra della Capitale fino al 2023. L’accordo di massima è stato trovato, ora mancano solamente le firme che arriveranno nei prossimi giorni: non c’è fretta, visto che Simone era sotto contratto fino al 2021, con il nuovo accordo che prolunga la permanenza in panchina per ulteriori due annate. Trovata anche l’intesa economica, dai 2 milioni attuali si sale fino ai 2 milioni e mezzo, con l’aumento che scatterà già dalla prossima stagione.

Lo scrive la Gazzetta dello Sport in edicola oggi in un articolo a firma di Stefano Cieri: per il piacentino si prospetta un ruolo “alla Ferguson”, una sorta di manager che può intervenire in maniera pesante anche nelle scelte di mercato e avrà competenze in più ambiti.

Inzaghi è a sole 12 presenze dal record come allenatore con più lunga militanza nella Lazio: se il campionato dovesse riprendere avrebbe la possibilità di superare Dino Zoff come allenatore più longevo nella storia biancoceleste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

Torna su
SportPiacenza è in caricamento