Questo sito contribuisce all'audience di

Caso-Parma: niente archiviazione, si va verso il deferimento

In seguito ai messaggi inviati da alcuni giocatori ai colleghi dello Spezia prima della promozione in Serie A. Da capire se la Procura federale chiederà la slealtà sportiva o l'illecito sportivo

Niente archiviazione, arriveranno i deferimenti che probabilmente partiranno nei prossimi giorni. La Procura federale vuole vederci chiaro e, stando a quanto riporta la Gazzetta dello sport, ha deciso di proseguire le indagini sui messaggi inviati prima di Parma-Spezia e che potrebbero configurare, secondo gli inquirenti, il reato di slealtà sportiva o quello, ben più grave, di illecito sportivo.

La vicenda è stata resa nota nei giorni scorsi: Emanuele Calaiò e Fabio Ceravolo, giocatori ducali, scrivono a Filippo De Col e Alberto Masi, atleti della formazione ligure, che mostrano immediatamente il testo ai propri dirigenti. La vicenda viene segnalata agli inquirenti, partono le indagini e adesso si arriverà, molto probabilmente, al deferimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora tutte da capire le conseguenze: gli atleti potrebbero incorrere in lunghe squalifiche, mentre il Parma corre il rischio di una penalizzazione nel campionato appena concluso con la promozione in Serie A. Se i giudici decidessero di togliere anche un solo punto ai ducali la questione si farebbe particolarmente complicata, perché in classifica la formazione emiliana aveva terminato la stagione regolare alla pari con il Frosinone (poi promosso attraverso i play off) e con una lunghezza in più rispetto al Palermo, squadra sconfitta negli spareggi promozione e dunque rimasta in Serie B. Insomma, una vicenda molto complessa che ora passa in mano ai giudici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tisci: «Le scuole calcio possono riaprire. Ma sarà vietato colpire di testa»

  • Calciomercato Dilettanti - Le piacentine di Eccellenza e Promozione vanno avanti nel segno della continuità

  • Piacenza - Rosa cortissima e demotivata, se la Serie C dovesse ripartire sarebbe un problema

  • Dilettanti - Piraccini, Bruno, Minasola, Franchi, Lucci, Burgazzoli, Raffo, Guebre e Follini sono i re del gol

  • Vertice Governo-Figc: Serie A e B ripartono il 20 giugno. In stand by la Serie C. E il Piacenza cosa farà?

  • Dilettanti - Altroché "moria", le società di Seconda e Terza Categoria pronte per la prossima stagione

Torna su
SportPiacenza è in caricamento