menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inter, riuscirai quest’anno a superare lo scoglio “girone di Champions League”?

Dentro o fuori, adesso o mai più: l’Inter di Conte, se vorrà provare ad accedere agli ottavi di finale di Champions League, dovrà a tutti i costi battere in casa il non entusiasmante Real Madrid

I nerazzurri a caccia di un passaggio del turno non semplice

O dentro o fuori, o adesso o mai più: l’Inter di Conte, se vorrà provare ad accedere agli ottavi di finale di Champions League, dovrà a tutti i costi battere in casa il non entusiasmante Real Madrid. Diversamente sarà game over, un game over che quest’anno, onestamente, non ci aspetteremmo visto che le nostre favorite per il superamento del girone rimangono Real Madrid e, appunto, Inter. Ma il calcio, si sa, è bello perché è uno sport in cui non c’è nulla di scritto, e dunque oggi ci sono le “cenerentole” Borussia M'Gladbach e Šachtar Donec'k a guidare meritatamente il raggruppamento B. Quel 3 a 2 in casa dei Blancos, frutto delle solite disattenzioni in difesa, non ci voleva proprio e i nerazzurri, ultimi in classifica, non posso più permettersi ulteriori passi falsi e nemmeno di lasciare che Rodrygo segni ancora indisturbato. Certo, battere il Real Madrid e poi non fare risultato contro i tedeschi e contro gli ucraini non servirebbe a molto. Quel che servirebbe per stare tranquilli sono 3 vittorie; in quel caso l’Inter si siederebbe di diritto al tavolo delle 16 squadre più forti d’Europa. Ok, forse sarebbe meglio ragionare partita per partita, ma dirvi già oggi quale futuro attenderebbe i nerazzurri ci sembra doveroso. Pensate che con due vittorie e un pareggio molto probabilmente bisognerà valutare il percorso delle avversarie per capire se la stagione internazionale dell’Internazionale sarà da considerarsi o meno un flop.

Un Real Madrid superabile

Real Madrid stemma-2

Come accennato, viviamo alla giornata e in particolare alla giornata in cui si disputerà Inter-Real Madrid. Per battere i Blancos basterà solo un po' di concentrazione in più visto che la squadra di Zidane all’andata ha dimostrato di essere lontana parente di quell’armata invincibile che per anni incuteva timore a tutte le avversarie. L’attuale involuzione degli spagnoli è piuttosto evidente sia sotto il profilo fisico sia per quanto riguarda la corretta spaziatura tra reparti, dunque approfittarne è d’obbligo. Se guardiamo al cammino incerto di Liga di Benzema e compagni, la missione che attende l’Inter è più che possibile. In novanta minuti di gioco tutto può succedere, ovvio, ma se ancora una volta la formazione di Conte non dovesse ottenere i 3 punti, allora significherebbe che non è pronta per lottare con le grandi all’interno della manifestazione per club più prestigiosa che fa gola a tutti, da Paratici passando per Marotta.

Pazza Inter non perdere la testa!

Scommettere sulla Champions League, soprattutto quando c’è di mezzo la Pazza Inter, non è mai banale: la squadra di calcio più incostante di sempre, capace di vincere contro chiunque ma anche di perdere contro chiunque, è un vero rebus per gli scommettitori ma anche per i tifosi che a prescindere da qualsiasi risultato non possono che amare i colori nerazzurri. Ma sarà così anche in caso di sconfitta contro il Real Madrid? Come sappiamo non fare risultato con i Blancos comporterebbe la quasi certa eliminazione dalla Champions e dubitiamo che i tifosi stavolta non si arrabbieranno almeno un po' considerando che da quando la Beneamata è tornata a partecipare all’ex Coppa Campioni, stagione 2018-2019, non ha mai passato il turno. Mai come stavolta ci vorrà attenzione, testa sulle spalle e non farsi prendere dalla frenesia di segnare/rimontare.

L’arma segreta Lukaku 

La (s)fortune dell’Inter, ormai lo sappiamo, dipendono quasi esclusivamente da Lukaku, attaccante che gioca di sponda per i compagni e che favorisce gli inserimenti in avanti dei centrocampisti. Se il belga sarà in forma, Ramos e Varane dovranno fare gli straordinari per fermarne la forza straripante, e non siamo neanche così sicuri che ci riusciranno! Il numero 9, insomma, è chiamato a una prova monstre, prova che se sarà positiva coinciderà con un importantissimo successo nerazzurro. Il sogno qualificazione agli ottavi di Champions in quel caso potrà continuare. Al Borussia M'Gladbach e allo Šachtar Donec'k ci si potrà pensare a partire da giovedì 26.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento