Serie A

I fratelli Inzaghi dove alleneranno l'anno prossimo?

Per Simone e Filippo arrivano proposte da squadre italiane e estere

Filippo e Simone Inzaghi oltre ad essere stati due grandi protagonisti nel mondo del calcio nelle vesti di calciatori, oggi fanno le fortune di Benevento e Lazio con un ruolo però diverso: quello dell’allenatore. I due fratelli piacentini rappresentano il nuovo che avanza dal punto di vista tattico e della mentalità sempre propositiva. Grazie ai risultati ottenuti con il club campano e quello laziale, come confermano le notizie di calciomercato, Filippo e Simone Inzaghi hanno attirato l’attenzione dei grandi club europei per la prossima stagione.

Il futuro di Simone Inzaghi

In casa Lazio l’obiettivo del patron Claudio Lotito è quello di rinnovare il contratto del tecnico piacentino per i prossimi anni. La trattativa per estendere il contratto in scadenza a giugno non è ancora decollata, ma qualcosa potrebbe cambiare nei prossimi giorni. L’incontro col presidente Lotito sembra ormai nell’aria e, riporta il ‘Corriere dello Sport’, la svolta sarebbe ormai vicina, col tecnico deciso a firmare il nuovo accordo. Secondo le ultime indiscrezioni a Simone Inzaghi sarebbe in preparazione un contratto triennale da 7,5 netti garantiti (se restasse sempre fuori dall’Europa) con bonus variabili sino ad un tetto massimo di 11 milioni. Qualora le strade dovessero separarsi, invece, la Lazio avrebbe pronto un piano alternativo: nel mirino ci sono Gattuso, De Zerbi, Juric, Gotti e Favre.

Non è però da sottovalutare un addio alla Lazio dopo anni di successi. Sono infatti tante le squadre interessate all’allenatore biancoceleste. Dalla Juventus alla Fiorentina passando per il Napoli, le società interessate e che in questi mesi sono state accostate ad Inzaghi sono davvero diverse e tutte di primissima fascia. In alternativa potrebbe prendersi un anno di pausa ed ereditare poi la panchina della Nazionale da Roberto Mancini che ha già annunciato che tornerà ad allenare un club dopo i Mondiali del 2022.

L’avventura di Inzaghi sulla panchina parte proprio dalla Lazio. Nel 2016 Lotito aveva scelto Marcelo Bielsa, ma il Loco decise clamorosamente di fare marcia indietro ad accordi trovati. E così il numero uno biancoceleste, non senza qualche dubbio, decise di richiamare proprio Inzaghi. Da quel giorno, il tecnico ha messo in mostra una crescita esponenziale nella gestione del gruppo e idee tecnico-tattiche decisamente interessanti, quasi sempre basate sul 3-5-2. E oggi la sua Lazio, dopo il sogno Scudetto dello scorso anno, è rientrata in corsa per la Champions anche se l'argomento rinnovo di contratto continua a tenere banco. In carriera ha vinto, da giocatore, uno Scudetto, 3 Coppe Italia, 2 Supercoppe italiane, e una Supercoppa UEFA. Da allenatore, per il momento, una Coppa Italia e 2 Supercoppe italiane.

Filippo Inzaghi

Diverso è il discorso per Filippo Inzaghi che sembra essere pronto a dire addio al Benevento a fine stagione. Inzaghi aspetta di capire come si evolverà il giro delle panchine in Serie A, un’opzione per il futuro può essere il Monza di Berlusconi e Galliani. Ma solo un’opzione, oggi.  L’allenatore del Benevento ha fatto, a oggi, molto bene quest’anno in Serie A, esprimendo a tratti un ottimo gioco e ottenendo anche qualche risultato prestigioso, come contro la Juventus. A fine anno, però, secondo quanto riporta Calciomercato.it, il tecnico potrebbe dire addio ai campani. Alla base, non sarebbe più presente una visione comune necessaria per il prolungamento del rapporto lavorativo. E per la sua successione, occhio a Fabio Cannavaro.

Lo scenario che porterebbe all’addio di Inzaghi potrebbe dare un’opportunità al Monza. Adriano Galliani, infatti, potrebbe fiondarsi sul tecnico: una pista romantica e allo stesso tempo importante che rinnoverebbe le ambizioni del club. Vedremo se la suggestione si concretizzerà nei prossimi mesi. Per ora il tecnico non se ne fa un cruccio. Conterà solo ed esclusivamente la salvezza della squadra sannita, poi si vedrà. Perché se Vigorito vorrà, saprà toccare le corde giuste. Ma prima del passo successivo, prima dell'eventuale rinnovo delle “promesse” bisognerà capire quale sarà il futuro di questo Benevento.

Dopo l’addio al Benevento Filippo Inzaghi sarà libero di accordarsi con un’altra squadra. In queste ore spunta l’idea Udinese che potrebbe dire addio a Luca Gotti. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport il tecnico lascerà Benevento a fine stagione e Udine potrebbe essere un piazza dalla quale ripartire. Per ora non sembra esserci nulla di concreto, ma quello di SuperPippo è un nome che torna: già in passato era stato accostato ai bianconeri.

Quel che è certo è che con il suo palmares da calciatore non sarà difficile trovare una nuova squadra per Filippo Inzaghi. Tra i più prolifici attaccanti della storia del calcio internazionale, è stato campione del mondo e vicecampione d’Europa con la nazionale italiana rispettivamente nel 2006 e nel 2000 e, a livello di club, campione d’Europa con il Milan nel 2003 e nel 2007 e campione del mondo sempre nel 2007, nonché campione d’Italia nel 2004, 2011 e, con la Juventus, nel 1998. Nella classifica dei gol segnati nelle competizioni UEFA per club è quinto a quota 70 reti. Inoltre, è il calciatore che ha segnato più reti (2) in una finale di UEFA Champions League (edizione 2006-2007).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I fratelli Inzaghi dove alleneranno l'anno prossimo?

SportPiacenza è in caricamento