Questo sito contribuisce all'audience di

Fabio Paratici e l'arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juve: «Agnelli mi ha detto: cerca di capire se esiste un'opportunità»

Il piacentino, direttore sportivo bianconero, principale protagonista dell'approdo di CR7 in Italia. «Tutto nasce della rovesciata nella gara di Champions League»

Da sinistra: Marotta, Agnelli, Ronaldo, Paratici e Mendes (foto juventus.com)

C’è Fabio Paratici dietro l’affare del secolo. Nasce proprio da un colloquio fra il piacentino, direttore sportivo della Juventus, e Jorge Mendes, agente del giocatore, la possibilità di portare Cristiano Ronaldo a Torino.

Normalmente Paratici è uno che parla poco (anzi, praticamente mai) e preferisce i fatti. Ma questa è un’occasione particolare e nel giorno della presentazione di Ronaldo il diesse bianconero sceglie i microfoni di Sky per illustrare i retroscena dell’affare più incredibile degli ultimi decenni. «Tutto è nato dopo la gara di andata della sfida di Champions con il Real Madrid - spiega Paratici - quella della famosa rovesciata e della standing ovation ricevuta dal pubblico dell’Allianz Stadium».

Qualche giorno dopo il direttore sportivo della Juventus e Mendes si sentono e nasce l’idea, inizialmente definita “folle”. «Mi ha detto: Cristiano è stato colpito da questa attenzione e un giorno vorrebbe venire alla Juventus. Ho risposto: va bene, ci sono tanti sogni, anche se pochi si avverano».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento