Questo sito contribuisce all'audience di

Il Gotico ci prova, ma il Carpaneto regge

L’attesa per questa sfida al vertice era tanta. In palio ci si giocava il primato e la predominanza di una realtà calcistica sull’altra. Alla fine è prevalso il cauto timore di non perdere e il confronto è terminato con un pareggio, che...

Il Gotico ci prova, ma il Carpaneto regge - 1
L’attesa per questa sfida al vertice era tanta. In palio ci si giocava il primato e la predominanza di una realtà calcistica sull’altra. Alla fine è prevalso il cauto timore di non perdere e il confronto è terminato con un pareggio, che, certamente, giova di più ai ragazzi di mister Paganini che mantengono la vetta con due punti di vantaggio proprio sui rivali, e con una partita ancora da recuperare. Il Gotico ha colpito per primo, ma non è riuscito ad imbastire un arrembaggio piratesco degno di nota che avrebbe potuto affondare la corazzata biancoazzurra.

Condizionati da un tempo atmosferico lontano dal tepore primaverile dei giorni scorsi, i ventidue in campo hanno faticato nella prima frazione di gioco a costruire azioni degne di nota. Il primo sussulto di marca Gotico al 9’, parte dai piedi di Cozzi, il quale da posizione defilata, lascia partire un fendente su punizione che di poco esce alla sinistra di Achilli. Sempre il numero 10 piacentino è protagonista di un bello scambio, costruito insieme a Raffo e a Franchi sulla fascia sinistra, che tuttavia non sortisce effetti particolari. Al 20’, il numeroso pubblico presente a Carpaneto è costretto ad aprire gli ombrelli, causa un acquazzone piuttosto intenso che andrà ad intaccare anche le già non perfette condizioni del manto erboso. Al 27’ si fa vedere il Carpaneto con un tiro da fuori scagliato da capitan Fulcini. La squadra di casa inizia a premere nella metà campo avversaria, rendendosi pericolosa prima con Perazzi, che trova l’opposizione di Raffetti sul suo palo, poi con Armani, il quale non sfrutta l’assist d’autore confezionato da Fulcini. Praticamente la prima frazione di gioco finisce qua, senza particolari emozioni, con le squadre attente a concedere nulla o quasi agli antagonisti.

Usciti dagli spogliatoi, la sfida prende immediatamente una piega differente. Al 51’, dopo un’azione sviluppata sulla fascia destra, Barbieri riceve la sfera e, da una distanza piuttosto marcata, la scaraventa inesorabilmente in rete, non lasciando scampo al numero 1 di casa. Finalmente il confronto decolla e sugli spalti il clima inizia a riscaldarsi. Due minuti dopo il gran gol del Gotico, Arata si presenta al limite dell’area e prova a sorprendere un Raffetti che, plasticamente, respinge lontano dalla zona pericolosa. Al 10’ punizione di Fulcini, consueta perfetta sponda di Centofanti e Russolillo non riesce ad approfittarne, svirgolando un pallone che poteva significare il pareggio. Raffo e compagni cercano di smussare la voglia di recupero avversaria, ma non riescono a costruire il colpo del ko. Al 27’, Fulcini sale in cattedra e con una punizione ingannevole dalla sinistra sorprende Raffetti. Uno a Uno, e tutto da rifare per i ragazzi di mister Costa. Alla mezz’ora i supporters piacentini, non troppo convinti della punizione concessa in occasione del gol biancoazzurro, reprimono un urlo di gioia: cross basso dalla sinistra, batti e ribatti in area, Raffo, trovatosi il pallone tra le gambe, calcia fuori con la porta spalancata. Le ultime fasi della partita sono piuttosto concitate: al 43’ Achilli, trasformatosi in assistman, lancia con un rinvio dalla propria area l’attaccante Guarini che sfrutta malamente l’occasione davanti alla porta. Un minuto dopo, sull’altro fronte, è Cozzi a rendersi pericoloso con un tiro teso e insidioso che esce di poco sul fondo del campo. L’ultimo sussulto è per i padroni di casa, con Perazzi che spreca un pericoloso contropiede, calciando tra le braccia di Raffetti. Finisce qua la sfida tra le due ‘superpotenze’ del campionato.

Per il Carpaneto, questo pareggio significa consolidare il primato in vetta alla classifica, tra l’altro con una gara da recuperare. Per il Gotico è un’occasione perduta per bissare il successo dell’andata e fare ancora paura là davanti ai ragazzi del presidente Rossetti.
Alberto Rossi

Carpaneto – Gotico Garibaldina 1-1
CARPANETO: Achilli, Zangrandi (59’Guarini), Mandrini, Lovattini, Fulcini, Gorrini, Perazzi, Armani, Centofanti (85’Rosi), Russolillo, Arata. All. Paganini.
GOTICO GARIBALDINA: Raffetti, Girometta, Confalonieri, Gardella, Sicuro, Ghirardelli (88’Sartori), Savarino (65’Agosti), Barbieri, Franchi, Cozzi, Raffo. All. Costa
Arbitro: Mazzuca di Parma.
Reti: 51’Barbieri, 73’Fulcini.
Ammoniti: 33’Franchi, 55’Raffo, 56’Arata, 83’Cozzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

Torna su
SportPiacenza è in caricamento