Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Calciomercato chiuso senza acuti. Paponi e Pergreffi restano, Latte Lath non arriva

La società per la prima volta non mette alcun mattone in ottica playoff o prossima stagione, si limita solo ad operazioni secondarie per tamponare le partenze. Bene il resistere agli assalti di Vicenza e Ternana ma dalla proprietà ci si aspettava decisamente di più

Da sinistra il dg Scianò, il presidente Marco Gatti, il ds Matteassi e vicepresidente Roberto Pighi

Mazda cx30 nuova-2Rimangono in biancorosso il capitano Antonio Pergreffi e l’attaccante Daniele Paponi mentre dal mercato last minute non arriva il centravanti ivoriano Latte Lath, classe 1999 in uscita dall’Imolese: la trattativa non era difficile ma nelle ultime ore di oggi non si è concretizzata perché i biancorossi hanno scelto di fermarsi senza portare l'affondo finale.
Il tentativo della Ternana per Pergreffi era forte ieri e anche venerdì mattina, tuttavia non è decollato nulla perché la società umbra non ha mai messo sul piatto una sostanziosa offerta economica al Piacenza per il cartellino e Matteassi, con questi presupposti, non si è nemmeno seduto al tavolo.
Discorso simile per Daniele Paponi. Il capocannoniere del Girone B era entrato mercoledì nel mirino del Vicenza che per convincere il Piacenza sembrava aver messo sul piatto una cifra superiore ai 150mila euro per il cartellino, in realtà non è così: l’offerta importante era al giocatore non per il cartellino, i veneti hanno rilanciato al ribasso e quindi Matteassi non ha voluto saper di ragioni nonostante Paponi volesse andare. La prima offerta del giovedì era più strutturata tant’è che per un istante il Piacenza ha cercato di avere in prestito dal Bari l’attaccante Franco Ferrari, sfumata questa possibilità e con una seconda offerta al ribasso dei veneti il ds piacentino ha tirato definitivamente il freno a mano. Insomma il messaggio lanciato da Matteassi è stato chiaro: il Piacenza non si rinforza ma non si vuole nemmeno indebolire e, soprattutto, non è un discount.

Rimane un calciomercato con il sapore del brodino della nonna quando si ha l’influenza, gusto nullo e serve a poco in ottica playoff. Le dirette rivali si sono rinforzate mentre il Piacenza ha messo delle toppe alle partenze senza aumentare la cifra tecnica della squadra anzi, a conti fatti con il forfait di Corradi (ne avrà per due mesi) i problemi aumentano perché gli arrivi sono stati 4, le partenze 4 a cui aggiungere i due infortunati: Del Favero e Corradi. Se la rosa era corta prima adesso lo è ancora di più, lo dicono i numeri: 21 giocatori compresi i due portieri di riserva e Corradi. A oggi Franzini può contare su 18 effettivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Nessuna novità. Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria ripartiranno a febbraio? Il problema è la Terza

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Caso Suarez: indagato Paratici: «Chiese aiuto alla Ministra De Micheli»

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento