Questo sito contribuisce all'audience di

Viali: «Soddisfatto della squadra». Le pagelle

La soddisfazione, in sala stampa, è notevole al termine della gara. L'aggancio del secondo posto in classifica d'altronde parla chiaro, sperando poi nell'esito dei playoff. Viali è contento ed incassa anche i complimenti dei...

Viali: «Soddisfatto della squadra». Le pagelle - 1


La soddisfazione, in sala stampa, è notevole al termine della gara. L'aggancio del secondo posto in classifica d'altronde parla chiaro, sperando poi nell'esito dei playoff. Viali è contento ed incassa anche i complimenti dei presidenti. «Siamo contenti del risultato», hanno detto. Adesso sotto con l'ultima di campionato, nella quale, per essere certi del secondo posto, bisognerà battere la Castellana, che però è ancora coinvolta nella lotta per non retrocedere.

VIALI - «Stiamo facendo bene e sotto molti punti di vista - ha detto Viali - sono soddisfatto della concentrazione con la quale la mia squadra ha affrontato la partita. Oggi l'Aurora, pur non avendo obiettivi, non è certo venuta a fare una passeggiata e i miei giocatori sono stati bravi a farla sembrare più facile di quella che in realtà è stata. A parte la prima parte del secondo tempo nella quale siamo calati, cosa normale nell'arco di 90', per il resto siamo sempre stati con la partita saldamente in mano». L'obiettivo del secondo posto richiesto dalla società, ad oggi, è raggiunto. «Nel mini-campionato di sedici partite che volevamo vincere, siamo secondi, un punto dietro all'Olginatese. Avevo dato questo obiettivo alla squadra per tenerla motivata, perché il distacco dalla prima era molto grande. Comunque sì, la società al mio ritorno mi aveva chiesto il secondo posto e siamo sulla buona strada per riuscirci. È chiaro che il rammarico più grande sono le nove partite che da novembre a gennaio ho dovuto saltare, non si può però vivere di recriminazioni altrimenti non saremmo riusciti a fare quello che abbiamo fatto. Adesso però non finisce qui, c'è un'altra partita, molto dura, nella quale affronteremo una squadra che si gioca la stagione, per cui non ci resta che proseguire come stiamo facendo».

GABURRO - «L'Aurora ha fatto un grande girone di ritorno - ha detto mister Gaburro - che ci ha permesso di salvarci con largo anticipo, tra l'altro in un girone che alla vigilia ci faceva paura. Penso quindi bisogna essere soddisfatti del nostro campionato, è chiaro poi che essendo distanti dal treno playoff, una volta persa la partita in casa con il Darfo, è diventato difficile mantenere alti gli stimoli. Oggi, incontrando una squadra più motivata e con qualità maggiori questa differenza si è sentita, anche se credo che abbiamo giocato una discreta partita, creando occasioni quanto il Piacenza. Per cui il risultato avrebbe potuto anche essere diverso o, comunque, meno pesante di quello che è stato».
Marcello Astorri

LE PAGELLE DI MARCELLO ASTORRI

Ferrari 7 - Molto bravo a salvare sull'occasionissima capitata sui piedi di Seghezzi, per il resto ha ben poco da fare ma, la sua, è una parata che vale come un gol.

Milani 6,5 - È in buona condizione e la serenità con cui gioca la squadra si riflette anche sulla qualità delle sue giocate. Molto bravo a spingere, nel primo tempo confeziona un assist d'oro che però Amodeo non sfrutta.

Sanashvili 7 - Il pendolino georgiano, classe 96' ricordiamocelo, corona il suo momento positivo condendo il tutto anche con il gol che chiude anzitempo la gara. Bravo a spingere, a osare e giocare con ottima intensità fintanto che resta in campo. Dal 31' st Benedetti s.v.

Fumasoli 6,5 - Buona gara la sua, tanta ramazza e sostanza in mezzo al campo.

Tognassi 6,5 - Sbaglia niente. La prova di quanto lui e Meregalli abbiano fatto bene è il fatto che dell'attaccante Razzitti, 14 gol in stagione, nessuno si è accorto della presenza.

Meregalli 6,5 - Tra lui ed Emiliano, in questo momento, è difficile scegliere. Oggi Emiliano mancava, ma Meregalli è riuscito a non far sentire la sua mancanza con una discreta partita.

Volpe 7 - Quando parte in campo aperto sembra che vada in scooter: non lo vede nessuno. Confeziona un buon assist a Sanashvili ed è il solito giocatore straripante atleticamente. In due anni, mai forte come in questo momento.

Pignat 6,5 - Molto bravo a servire l'imbucata vincente a Marrazzo per il gol del vantaggio, poi comunque tanta positività. Finalmente propositivo e intraprendente come ai primi tempi. Dal 32' st Martino 6,5 - Un assist sl bacio per il terzo gol.

Marrazzo 8 - Marra oggi è un mostro per freddezza e per fame di gol. D'altronde 25 gol in stagione non sono un caso e il titolo di capocannoniere, suo salvo cataclismi, è il riconoscimento per un'annata eccezionale del bomber.

Bovi 6,5 - Ormai, lì in mezzo, è un metronomo davvero indispensabile. È buffo come di tanti acquisti altisonanti, proprio quello meno pubblicizzato sia diventato l'artefice principale di un bellissimo finale di stagione della squadra.

Amodeo 6 -
In una giornata brillante per tutti, lui forse è quello meno in evidenza. Tuttavia, anche se sbaglia un'occasione piuttosto ghiotta in apertura, mette insieme comunque una prova nel complesso positiva. Dal 28' st De Vecchis 6 - Entra con voglia, corre e si sbatte. Si mangia anche un mezzo gol, però non era facile.

All. Viali 7,5 - Si può dire tutto di lui, tranne che non porti a casa i risultati. Da quando è ritornato sulla panchina, la sua è la squadra che ha fatto più punti dietro all'Olginatese ( che è avanti di un solo punto). Onore al merito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento