rotate-mobile
Piacenza Calcio

Viali: «Grande reazione ma troppi errori». Le pagelle

DAL NOSTRO INVIATO A SEREGNO - Il bicchiere è mezzo pieno. D’accordo che i tre punti non sono arrivati, ma non bisogna essere troppo negativi considerato che è solo la prima giornata e di fronte c’era una squadra tutt’altro che rinunciataria. Anzi...

DAL NOSTRO INVIATO A SEREGNO - Il bicchiere è mezzo pieno. D’accordo che i tre punti non sono arrivati, ma non bisogna essere troppo negativi considerato che è solo la prima giornata e di fronte c’era una squadra tutt’altro che rinunciataria. Anzi, il Seregno ha giocato una partita arcigna e grintosa, prima di concedere ad un Piacenza più qualitativo, anche se non brillante, di riagguantare la parità e di sfiorare addirittura tre punti che sarebbero stati una punizione troppo severa per i padroni di casa.

VIALI – Anche il tecnico biancorosso non è negativo a fine gara. «Al di là dei molti errori fatti – attacca il tecnico biancorosso - la squadra ha avuto una grande reazione. Io credo che certe partite sia molto difficile raddrizzarle, soprattutto quando vai sotto due volte, ma la squadra ha avuto carattere e dimostrato di avere la forza comunque per tentare di raggiungere il risultato pieno». Già, addirittura nel finale il Piacenza ha avuto più di un’occasione per fare sua l’intera posta. «Abbiamo avuto nel finale un paio di occasioni che definire clamorose è dire poco con Arena e De Vecchis». Il tecnico poi riconosce i meriti degli avversari, superiori per due terzi di gara. «Nel primo tempo abbiamo sofferto molto perché avevamo di fronte una squadra che ci aggrediva ai duecento all’ora e lottava su ogni pallone, questo ha complicato non poco i nostri piani perché non riuscivamo a fare il nostro gioco, loro sono stati bravi a toglierci le giocate». Pani non ha iniziato con il piede giusto, ma il tecnico non sembra esserne preoccupato. «Claudio è un giocatore che viene da un annata molto difficile nella quale ha giocato poco, sapevamo di doverlo aspettare un po’ di più rispetto all’altri. Il suo utilizzo non a pieno regime era tra l’altro preventivato perché avevo in mente di inserire Volpe per cambiare un po’ le cose a partita in corso». Un Volpe che le cose, al suo ingresso, le ha davvero cambiate. «Volpe ha cambiato la partita dandoci più imprevedibilità negli ultimi 40 metri e questo ha contribuito ad allargare le maglie della difesa avversaria».

MARTINO – Una delle più belle sorprese è Martino, autore quest’oggi di un gol al suo esordio in campionato con la maglia biancorossa. «Sono contento, ma solo a metà – confessa l’autore del gol del definitivo pareggio - Perché volevamo vincere questa partita però il Seregno si è rivelata una squadra tosta che ci ha messo in difficoltà e per questo dobbiamo migliorarci domenica prossima». E’ mancato qualcosa a questo Piacenza. «Non saprei dire cos’è andato storto, di certo mi aspettavo una partita diversa. D’altronde la serie D è così, tutte le squadre non ti lasciano giocare e sono molto aggressive: forse è questo che ci ha colto di sorpresa. Di certo questa partita ci può dare spunto per migliorarci»

GLI AVVERSARI, MISTER CORTELAZZI: «Un risultato che dà molta autostima»

E’ molto soddisfatto il tecnico di casa Cortelazzi. Anche se lui è uno di quelli che non firmerebbe mai per un pari, anche se l’avversario si chiama Piacenza. «Alla fine c’è un po’ di rammarico per il risultato perché potevamo fare un gol in più, ma a dire il vero potevamo anche subirlo. Al di là di questo la squadra ha giocato una buona partita e credo che questo risultato sia soddisfacente soprattutto perchè darà molta autostima ai ragazzi. Non dimentichiamoci che avevamo di fronte una squadra che sicuramente vincerà il girone e credo che pochissime squadre riusciranno a togliere punti a questo Piacenza». E, aggiungiamo noi, il tecnico del Seregno ha davvero ragione di essere soddisfatto della prestazione della sua squadra.
Dal nostro inviato a Seregno
Marcello Astorri


LE PAGELLE DI MARCELLO ASTORRI

FERRARI 6 – Incolpevole sui gol subiti. Anzi, sul primo aveva compiuto una specie di miracolo su Comi, peccato che la respinta non gli abbia detto bene.

CAVICCHIA 5,5 – Comi e Bonati lo mettono in imbarazzo e finiscono per saltarlo spesso. Anche in fase propositiva non è lo stesso dello scorso anno e gioca con il freno a mano tirato. La condizione comunque crescerà.

MARTINEZ 5,5 – Non ripete l’exploit di domenica scorsa contro il Fidenza e sbiadisce piano piano senza mai riuscire ad entrare veramente in partita. Lascia poche tracce di sé in questa partita.

BOVI 6,5 – E’ un vero gladiatore. Oggi delizia meno rispetto ad altre occasioni, ma corre come un matto e non disdegna di usare il bastone quando serve. E’ davvero preziosissimo.

TOGNASSI 6 – Prestazione nel complesso positiva. I gol nascono da sortite sugli esterni sulle quali il centralone biancorosso non ha colpe particolari, in più confeziona l’assist per il pareggio di Martino.

ROSSI 6 – Comincia a salire di tono. Le gambe girano a dovere e riesce a proporsi anche in proiezione offensiva. Molto belle alcune sue chiusure anche se in un paio di occasioni subisce l’irruenza delle punte di casa.

MINASOLA 6 – Si porta a casa la pagnotta perché sfiora il gol con un gran tiro al volo e nel primo tempo genera forse l’unico pericolo dalle parti di Soriente, peccato che dovrebbe tirare invece di cercare Marrazzo. Dal 30’ st MARTINO 7 – Cosa c’è di meglio per un giovane di entrare a partita in corso, tra l’altro all’esordio, mettendo a segno un gol che vale il pari? Si merita questa soddisfazione soprattutto per la grinta con la quale è saltato al collo della partita una volta chiamato in causa. Bravo.

PANI 5 – Spiace essere severi, ma quest’oggi il centrocampista biancorosso non ne ha azzeccata una giusta. Sotto ritmo, quasi insicuro in alcune occasioni, oltre alla condizione deve recuperare anche l’autostima perché le qualità le ha. Dal 1’ st Volpe 8 – E’ di gran lunga il migliore in campo. E’ una furia: segna un gol, confezione assist come fosse in linea di montaggio e spacca letteralmente in due la partita. Bentornato Fox.

DE VECCHIS 5 – Una delle note stonate di oggi. Sbaglia almeno due gol, di cui uno clamoroso, è poco presente nella manovra e quando gli capita di giocare con Arena non riesce mai a trovare l’intesa. Rimandato.

CORTESI 5,5 – Porta troppo palla e tenta spesso di fare la cosa più difficile, peraltro senza riuscirci. Per contro si sbatte e ha dei meriti perché il gol del primo pareggio è nato da una sua iniziativa, ma non basta per raggiungere la sufficienza.

MARRAZZO 5 – Anche per lui oggi un giro completamente a vuoto. D’accordo che è stato poco assistito dai compagni, però non basta a giustificare una prestazione che l’ha visto come il grande assente Dal 10’ st ARENA 5 – Non riesce mai a capirsi con De Vecchis, inoltre entra in partita con un approccio sbagliato, poco convinto. Per questo quando ha sul piede la palla del possibile 2-3 attende un secondo di troppo e l’occasione sfuma.


All. Viali 6 – Forse gli si può imputare qualche errore di formazione (un Orlandini in più a centrocampo avrebbe aiutato vista la partita, anche se con il senno di poi è più facile dire certe cose). Ma gli va riconosciuto il merito di aver saputo fare i cambi cosa che, anche allenatori più blasonati, non sanno fare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viali: «Grande reazione ma troppi errori». Le pagelle

SportPiacenza è in caricamento