menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
William Viali-10

William Viali-10

Viali: «Atteggiamento inaccettabile». Pagelle e video

DAL NOSTRO INVIATO A INVERUNO (MILANO) - Era lecito aspettarsi, dopo il bel filotto di risultati utili, un Piacenza ben più carico. Invece è stata una prestazione incolore per molti, al cospetto di un avversario di ottima caratura e...



DAL NOSTRO INVIATO A INVERUNO (MILANO) - Era lecito aspettarsi, dopo il bel filotto di risultati utili, un Piacenza ben più carico. Invece è stata una prestazione incolore per molti, al cospetto di un avversario di ottima caratura e bravo a mettere a nudo tutti i difetti di una squadra costruita male e con lacune strutturali evidenti. William Viali, a fine partita, è molto deluso dalla prova dei suoi ragazzi, dei quali non gli è piaciuto soprattutto l'approccio molle dei primi 45' minuti. A fargli eco è pure la bandiera Francesco Volpe, che però guarda subito avanti alla sfida con il Pontisola e al discorso playoff.

VIALI - «Abbiamo affrontato una squadra con grandi valori - ha commentato il tecnico biancorosso - e questo lo dimostra il fatto che abbia battuto due volte la prima della classe. Al di là di questo però, non si può accettare un primo tempo come quello di oggi. Noi indossiamo una maglia importante, che muove 3-400 persone ogni domenica, e dopo tutto il percorso che abbiamo fatto, ricostruendo coccio per coccio la situazione, è inaccettabile approcciare in questo modo ad una partita che per noi poteva costituire un'occasione per finire alla grande il campionato. Se poi contiamo il fatto che il migliore in campo è stato un classe 96', Sanashvili, è evidente che qualcosa abbiamo sbagliato». E' solo stata una questione d'atteggiamento dunque. «Sì, se contiamo che i gol presi sono maturati solo su calci piazzati, o conseguenze di questi, non può che essere un problema di atteggiamento. E' emblematico il secondo gol preso da Ferrari, quando il nostro portiere ha compiuto tre parate e su tutte e tre le respinte sono arrivati loro per primi». Il Piacenza però era riuscito a riaprire la partita nel secondo tempo, l'arbitro però ha deciso di annullare per offside la rete di Amodeo. «La mia squadra nel secondo tempo ha fatto la partita che doveva fare, vista anche la situazione che si era creata. Il gol di Amodeo, dal campo, è sembrato a tutti regolarissimo per cui è stato davvero un peccato. Il 3-2, in quel momento, sarebbe stato importante sotto il profilo psicologico e avremmo assistito ad una partita diversa».

VOLPE - «Purtroppo quest'anno ci è capitato spesso di sbagliare approccio alla partita - ha detto Fox a fine gara - ultimamente non era stato così, ma oggi siamo ricascati nei solito errori del passato. Ora occorre rialzarsi al più presto, perché domenica c'è una partita importantissima in chiave play off. Non eravamo fenomeni la domenica scorsa, non siamo da buttare stasera, dobbiamo ragionare di partita in partita e cercare di arrivare più in alto possibile». In occasione del gol di Amodeo i biancorossi hanno protestato molto, quale era la sensazione dal campo? «A noi sembrava gol, però dal campo si hanno determinate sensazione e poi, rivedendo le immagini, ti accorgi che possono essere sbagliate. Spiace perché un gol in quel momento avrebbe cambiato non poco le carte in tavola».
Dal nostro inviato
Marcello Astorri


LE PAGELLE DI MARCELLO ASTORRI

Ferrari 6 - Tra i pali è tra i numero uno della categoria. Prende tre gol, d'accordo, ma sono comunque da tenere in considerazione le parate importanti che compie nel primo tempo.

Milani 5,5 - Non convince appieno né in fase di spinta né in fase difensiva, è spesso in balia dell'avversario di turno ed è impreciso negli appoggi.

Rossi 5,5 - Bel piede e grande intraprendenza, però la dormita colossale sul terzo gol, con tanto di sombrero, sono cose che non possono passare inosservate in un giocatore d'esperienza.

Tacchinardi s.v. - Pochi minuti in campo, esce per infortunio. Dal 13' pt Orlandini 5 - Si sa, non è un regista. Tuttavia, gli manca lucidità e finisce per sparacchiare palloni in avanti, di piede o di testa, alla carlona e con poco costrutto.

Emiliano 5,5 - La giornata della difesa è grigia, per non dire nera. Sarr e Mazzini fanno davvero il bello e il cattivo tempo e spesso saltano tutti soli nel cuore dell'area di rigore del Piacenza.

Meregalli 5,5 - Stesso discorso fatto per Emiliano.

Volpe 6 - Stringi stringi, Fox non è riuscito a combinare granché. Gli va comunque riconosciuto il merito di non essersi mai arreso, rincorrendo gli avversari e provando a fare qualcosa fino al 94'.

Pignat 5 - Nessun segno di vita nel primo tempo. Viali poi lo sostituisce per cercare più peso offensivo. Dal 1' st Martino 5,5 - Non riesce ad entrare in partita e finisce per combinare poco.

Amodeo 6 - Perde tanti palloni, è vero, però è un punto di riferimento in un mare d'incertezze per la manovra biancorossa. Lui tiene palla, segna quando deve (e uno gli viene tolto per un fuorigioco che andrebbe rivisto) ed è parso in crescita.

De Vecchis 5 - E' sembrato impacciato e fuori partita, i difensori poi lo marcano stretto e lo stringono in una morsa dalla quale non riesce mai a divincolarsi. Dal 15' st Marrazzo 6,5 - Entra è un po' di luce si accende. Crea regolare scompiglio, prende falli e va vicino al gol su punizione. Per uno che non vede il campo da 20 giorni è fin troppo.

Sanashvili 6,5 - In una giornata grigia per più o meno tutti, il giovane classe 95' georgiano è tra quelli più positivi. In difesa non soffre e quando ha la palla cerca sempre giocate sensate, con un capo e una coda, cosa che non è riuscita a colleghi più esperti.


All. Viali 5,5 - Non ha grandi colpe perché la squadra è messa in campo con criterio, anche se gli interpreti sono scarichi e sempre secondi sul pallone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento