menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verso Piacenza-Sambenedettese: Franzini con un solo dubbio sul modulo, 4-3-3 o 3-5-2?

Le squalifiche di Taugourdeau e Della Latta impogono scelte obbligate al tecnico, che potrebbe decidere di blindare la difesa con un centrale in più

Mancano poco più di 48 ore alla sfida dell’anno - si spera solo per il momento - in casa Piacenza: domenica arriva la Sambenedettese (ore 20.30) al Garilli per il turno di andata dei playoff (ottavi di finale). Secondo round mercoledì 23 maggio al Riviera delle Palma, con il Piace costretto a vincere una delle due partite o, più semplicemente, a segnare una rete in più degli avversari nel doppio confronto se vuole proseguire la corsa (non valgono le regole delle coppe europee).

Come già scritto in settimana la truppa di Franzini, tornata al lavoro giovedì pomeriggio, scoppia di salute, è in fiducia ed è la vera mina vagante di questi playoff. Poi però bisogna fare i conti anche con la realtà: le squalifiche di Taugourdeau e Della Latta, unite a Morosini ancora fermo ai box, mostrano una coperta cortissima a centrocampo dove Franzini dovrà gioco forza inventarsi qualcosa di nuovo.
Il tecnico ha a disposizione una rosa duttile in diversi moduli (in stagione li abbiamo visti quasi tutti) ma per carattere e impostazione difficilmente apporta troppi cambiamenti quando la macchina viaggia bene. La soluzione più ovvia, dunque, porterebbe a pensare a un Piacenza impostato con il solito 4-3-3 e un centrocampo con Corradi in regia affiancato da Segre e Di Molfetta, quest’ultimo ha già ricoperto il ruolo di mezzala tre volte in stagione. Squadra a trazione anteriore con Corazza, Romero e Pesenti nel tridente offensivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento