Piacenza Calcio

Un Piacenza da sballo a Olbia. Va sotto 2-0, rimonta, vince 2-3 al 95' e allunga sulla zona playout

I biancorossi conquistano la terza vittoria nelle ultime quattro partite, Gonzi e Corbari rimontano, Palma decide il match a tempo scaduto. Sono 10 punti su 12, domenica arriva il Lecco ma ora gli emiliani sono davvero fuori dalla zona playout

E’ il bello del calcio. La rimontona in mezzo tempo, con gol vittoria al 95’ su calcio di rigore (Palma), è quanto di più meraviglioso possa esistere in questo sport e il Piacenza lo regala nel match - vitale per la corsa salvezza - in trasferta contro l’Olbia. Decide un penalty di Palma (bravissimo a prenderselo De Respinis) dopo una partita che non avremmo consigliato nemmeno ai cuori medi, figuriamoci ai deboli. Il Piacenza si prende tre punti che hanno una valenza capitale nella corsa salvezza, intascano la terza vittoria nelle ultime quattro partite e ora guardano a un campionato diverso. Possono gestire il vantaggio e non più rincorrere.
La partita sembra scritta da Conan Doyle. L’Olbia subisce, sblocca su una colossale dormita della difesa piacentina (gol Cadili), controlla il vantaggio e in apertura di ripresa raddoppia con Ragatzu.

Sono i presupposti per un mercoledì da incubo, altroché leoni, con Scazzola che ci mette del suo assecondando le richieste societarie di giocare con 4 giovani (5 se consideriamo Tafa) nel match più importante della stagione. Però? Però il calcio disegna a volte traiettorie strane, bellissime. Scazzola manda a monte il “progetto giovani” e butta dentro tutta l’artiglieria pesante nella ripresa: De Respinis per Babbi, Gonzi per Simonetti, Cesarini per Galazzi e infine anche Lamesta. I biancorossi si schierano col 2-4-4, accorciano con Gonzi, pareggiano a 120 secondi dalla fine con Corbari.
Qui si apre un universo parallelo dove il tempo scorre secondo altre regole, l’Olbia al 90’ preme dannatamente, si prende tre corner uno in fila all’altro: è fiatone. Il Piacenza regge in trincea con l’elmetto, sbaglia il sorpasso con De Respinis ma sessanta secondi dopo è lo stesso centravanti a guadagnarsi il rigore che Palma trasforma. Siamo al 95’.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Piacenza da sballo a Olbia. Va sotto 2-0, rimonta, vince 2-3 al 95' e allunga sulla zona playout

SportPiacenza è in caricamento