Lunedì, 18 Ottobre 2021
Piacenza Calcio

Un brutto Piacenza non va oltre all'1-1 col Cesena. Vince solo la nebbia e dal Garilli piovono fischi

Prestazione spenta e priva di voglia dei biancorossi, soprattutto nella ripresa. Apre un rigore di Polidori, pareggia Ardizzone e poi in campo c'è solo il Cesena. Salgono a cinque le partite senza vittoria

Mazda cx30 nuova-2Occorre fare una premessa: i giocatori in campo avranno anche avuto una visuale appena sufficiente per giocare, dalla tribuna però non si è praticamente visto nulla. Le solite scelte cervellotiche della Lega - sono anni ormai che persistono con le partite nel tardo pomeriggio d’inverno in Val Padana - sono come al solito pagate dagli spettatori che dovrebbero essere la prima ruota del carro ma invece sono considerati come l’ultima. Questo per dire che avremo si e no intravisto una decina di minuti di partita, tuttavia è abbastanza per definire “pessima” la prova del Piacenza. Si intuisce perfettamente che in campo c’è solo il Cesena, soprattutto nella ripresa con gli emiliani letteralmente incapaci di passare la metacampo e mettere insieme due semplici passaggi. C’è qualcosa che non va, è chiaro, e sta ai giocatori insieme al tecnico trovare una soluzione il più velocemente possibile perché di miglioramenti non se ne vedono anzi, a dirla tutta il Piacenza si è involuto dopo la pausa natalizia.

Nei primi 45’ sblocca un rigore di Polidori - ed è l’unica azione da annotare sul taccuino del Piacenza - per il resto c’è la percezione di una squadra spenta, passa, priva di idee, che a tratti sembra quasi svogliata: gioca in folle dall’inizio alla fine.
Il Piacenza rimanda ancora una volta l’appuntamento con la vittoria, le gare senza successi diventano 5 e si perde terreno importante non tanto su chi sta davanti ma piuttosto su chi insegue e dal Garilli piovono fischi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un brutto Piacenza non va oltre all'1-1 col Cesena. Vince solo la nebbia e dal Garilli piovono fischi

SportPiacenza è in caricamento