rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Piacenza Calcio

Turbo Piacenza: D'Agostino e Recino sbancano il campo dell'Arconatese (1-2). Ora la vetta è solo a +2

Primo tempo perfetto dei biancorossi che chiudono avanti di due reti e si divorano almeno quattro nitide palle gol. Nella ripresa i lombardi crescono, accorciano e mettono alle corde gli emiliani che resistono e portano a casa tre punti pesanti. Domenica altro scontro diretto in casa del Palazzolo

San Rocco Trasporti Banner

Serviva un messaggio e il Piacenza lo lancia forte e chiaro. I biancorossi sbancano il campo dell’Arconatese nel recupero di campionato più atteso e portano a casa tre punti dal notevole peso specifico con una partita dai due volti: benissimo nei primi 45’ dove sblocca D’Agostino, raddoppia Recino su rigore e la squadra di Rossini si divora almeno tre-quattro nitide palle gol. Nella ripresa i lombardi aumentano il ritmo, accorciano con Pastore, mettono alle corde gli emiliani che dimostrano di saper soffrire e alla fine centrano una meritata vittoria festeggiata con gli oltre 100 tifosi arrivati a Caronno Pertusella di mercoledì pomeriggio.
Il messaggio è quindi arrivato, il Piacenza torna nettamente in corsa per la promozione salendo ora al terzo posto in classifica a -2 dalla capolista Caldiero e a -1 dalla Varesina, soprattutto era importante tuffarsi nel rush finale di marzo in buona posizione (dal prossimo turno mancheranno solo 10 partite alla fine) e meglio di così non si poteva fare. Forse, se vogliamo trovare un difetto, il Piacenza commette l’errore di arretrare troppo il baricentro nella ripresa e così facendo ha rischiato di farsi rimontare, ma poco importa perché in questo scontro diretto i punti pesavano più di qualunque cosa. Ora la squadra di Rossini vede la vetta, ma la realtà dice che è ancora dietro e quindi non può né gestire né sollevare il piede dall’acceleratore perché domenica si viaggia in casa di un’altra rivale, il Palazzolo (quinto a -3 dal Piace) e anche lì non si potrà sbagliare.

Leggi qui il film della partita azione dopo azione

Leggi qui la classifica aggiornata

Rossini conferma le sensazioni della vigilia e non spariglia più di tanto il mazzo, le uniche due novità sono Napoletano nel pacchetto under in difesa a destra (Bassanini è out per un brutto infortunio che rischia di tenerlo fuori almeno un mese) e il ritorno di Bachini da titolare (dopo 4 mesi di assenza) in regia con Corradi a formare un mediana di sostanza e qualità. Davanti il tridente con Andreoli, D’Agostino e Ndoye a supporto di Recino.
Si parte a ritmi alti col Piace che tiene in mano gioco e idee, dopo un paio di sollecitazioni i biancorossi sbloccano alla prima azione buona: Corradi lancia Recino in profondità, la difesa di casa si addormenta, il 9 emiliano anticipa l’uscita di Giroletti e da fondo campo scodella in mezzo per D’Agostino che di piattone appoggia in rete. Passano sessanta secondi e Ndoye trova Recino in area, questa volta miracolo di Giroletti. L’Arconatese prova a uscire dal suo guscio (e in parte ci riesce) con un contropiede che porta Menegazzo al limite dove è liberissimo di calciare, ma strozza la conclusione. Al 24’ Piacenza vicinissimo al raddoppio: solita imbucata su fondo campo a destra per Recino che aggancia, si gira, guarda in mezzo, serve sul secondo palo Corradi che al volo si coordina benissimo ma spara fuori di pochissimo. Dopo un soffio altra palla gol per il Piace che esce benissimo in palleggio nella propria metacampo sulla destra, riparte con Andreoli che libera al limite D'Agostino defilato a sinistra, diagonale deviato in corner. Al 33’ ennesima occasione gettata via (questa clamorosa) dal Piacenza: D’Agostino libera di testa Andreoli in area piccola davanti alla porta, palla fuori. Al 40’ gli emiliani passano di nuovo: D’Agostino con bussola e metronomo in mano pesca Recino in area da quaranta metri, l’attaccante viene steso ed è rigore che trasforma, 0-2. Prima del riposo Moro è strepitoso sulla linea a salvare sul calcio di Menegazzo, l’Arconatese protesta per un sospetto tocco di mano di Napoletano.

La ripresa si apre con Corradi che inventa per Ndoye (diagonale fuori di un soffio) per vie centrali e poi il numero 10 si mette in proprio, conclusione fuori. Biancorossi indiavolati, dall’altra parte Moro salva tutto su Ferrandino liberato a porta vuote: e siamo solo al 50’. I lombardi provano a crescere e in effetti ci riescono, Rossini manda dentro Berton e Kernezo (al posto di Napoletano e Bachini), però al 65’ Pastore trova la via del gol e accorcia (1-2). Entrano anche Marquez e Gerbaudo per uno stremato Recino e Andreoli, la gara diventa sporca perché l’Arconatese comunque ci crede e punge tutte le volte che passa la metacampo. Nel finale i lombardi premono forte, il Piacenza commette l’errore di arretrare troppo fino a rinunciare anche alle ripartenza, situazione rischiosa perché l’Arconatese colleziona corner e piazzati. Il finale è da apnea, i locali caricano a pieno organico, il Piace molla tutto e difende a uomo spazzando via appena può, si difende con le unghie e porta a casa tre punti dal peso specifico davvero notevole. Domenica trasferta a Palazzolo (-3), altro scontro diretto da non sbagliare.

Arconatese-Piacenza 1-2
Primo tempo 0-2

Arconatese: Giroletti, Mauthe, Sorgente, Cavagna, Del Carro, Ientile (25’ st Berra), Lleshaj, Menegazzo, Quaggio, Ferrandino, Pastore. A disposizione: Lionetti, Baldi, Fall, Tucci, Basani, Medici, Luoni, Longo. All.: Livieri

Piacenza (4-2-3-1) - Moro; Napoletano (12’ st Berton), Silva, Somma, Iob; Corradi, Bachini (20’ st Kernezo); Andreoli (27’ st Gerbaudo), D’Agostino (40’ st Artioli), Ndoye; Recino (23’ st Marquez). A disposizione: Maianti, Del Dotto, Russo, Gandolfi. All.: Rossini.

Arbitro: Di Mario di Ciampino (assistenti Bertaina di Alba/Bra e Cucchiar di La Spezia)

Reti: 11’ pt D’Agostino, 42’ pt rig. Recino, 21’ st Pastore

Note - Campo sintetico. Ammoniti: Quaggio, Del Carro, Napoletano, Recino, Marquez. Corner: 10-4. Recuperi: 2’ pt, 5’ st.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turbo Piacenza: D'Agostino e Recino sbancano il campo dell'Arconatese (1-2). Ora la vetta è solo a +2

SportPiacenza è in caricamento