menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il giorno della presentazione di Di Battista. L'ormai ex direttore sportivo è fra il direttore generale Scianò ( a sinistra) e il presidente Pighi

Il giorno della presentazione di Di Battista. L'ormai ex direttore sportivo è fra il direttore generale Scianò ( a sinistra) e il presidente Pighi

I tifosi del Piacenza scatenati sui social: "Le colpe sono di tutti, se fai nascere un progetto ci devi credere"

Tanti commenti dei sostenitori biancorossi dopo l'addio a Manzo, Lunardon e Di Battista. E torna la famosa frase "Non puoi mangiare in un ristorante da 100 euro con in tasca 10 euro"

Tifosi scatenati sui social dopo la turbolenta giornata di ieri in casa Piacenza. Come era prevedibile, l’addio al tecnico Manzo, al suo vice Manuel Lunardon e al direttore sportivo Simone Di Battista ha scatenato una vera e propria tempesta, con centinaia di commenti da parte dei sostenitori biancorossi sulle varie pagine in cui si trattava dell'argomento. La stragrande maggioranza è dalla parte degli ormai ex tesserati: “La rosa è quella che è, non si possono fare i miracoli” il pensiero comune. C’è chi cita allenatori molto più conosciuti: "Non puoi mangiare in un ristorante da 100 euro con in tasca 10 euro", riportando la famosa frase di Antonio Conte durante la sua esperienza juventina, legata principalmente alla Champions League. Il problema è che quella frase si è rivoltata contro l’attuale tecnico nerazzurro, visto che il suo successore Massimiliano Allegri arrivò due volte in finale di Champions League. “Non puoi fare le nozze coi fichi secchi” scrivono altri, ribadendo lo stesso concetto, mentre chi parla dell’aspetto tecnico sottolinea: “Con una rosa di giocatori presi da serie D cosa pretendevano?”.

L’opinione comune è molto chiara: investimenti ridotti (ovviamente in proporzione alla categoria) hanno portato alla costruzione di una rosa in gran parte non adatta alla Serie C. Tante scommesse e poche certezze, così non appena sono arrivate le prime difficoltà è stato complicato trovare una reazione. “Qualche giro di campo punitivo dovrebbe farlo anche la dirigenza” chiede un tifoso commentando la notizia dell’allenamento fissato per ieri mattina alle 8.30, orario inconsueto per dei professionisti. Anche se, pure in questo caso, c’è chi sottolinea che ci sono ragazzi pronti ad allenarsi la mattina prima di andare a scuola, dunque a orari ben più scomodi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento