rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Piacenza Calcio

Terremoto Piacenza: via Pani, De Vecchis e De Matteo?

Summit convocato in fretta e furia in casa Piacenza. Così si è chiusa la domenica sera della dirigenza biancorossa, con un incontro tra i presidenti Marco e Stefano Gatti, il tecnico Venturato e il direttore sportivo Gianni Rubini. All'ordine del...

Summit convocato in fretta e furia in casa Piacenza. Così si è chiusa la domenica sera della dirigenza biancorossa, con un incontro tra i presidenti Marco e Stefano Gatti, il tecnico Venturato e il direttore sportivo Gianni Rubini. All'ordine del momento un faccia a faccia sulla situazione della squadra che, reduce dalla sconfitta di Seriate, è scivolata a -10 dalla vetta occupata dal Pro Piacenza e già prima di Natale sembra aver abdicato per la corsa alla promozione diretta. Da via Gorra le bocche sono blindate ma da quanto filtra il club sta già iniziando a pensare e lavorare in ottica prossimo campionato perché, a meno di uno scossone, questa stagione appare persa. Non è tanto per il distacco in classifica che può ancora essere colmato: il secondo posto è a soli tre punti mentre la capolista nel girone di ritorno avrà trasferte infuocate - come il Piacenza del resto - in casa della Pro Sesto, dell'Inveruno e il derby di ritorno. Quindi mollare adesso sembrerebbe uno sbaglio e in casa Piacenza lo sanno benissimo, tuttavia guardando in faccia la realtà questa squadra non appare in grado di vincerle tutte fino alla fine del campionato e, soprattutto, al momento sembra aver smarrito la voglia di soffrire e sacrificarsi per gli altri. In altre parole i biancorossi danno l'impressione di essere disuniti, come se una parte dei giocatori non abbia mai metabolizzato l'esonero di Viali che, naturalmente, risulta ancora più stridente visti i risultati attuali: distacco lievitato da -4 a -10, quattro punti fatti nelle ultime cinque partite e una difesa diventata - per colpa di un centrocampo a tratti inesistente - improvvisamente colabrodo.

Il presidente Marco Gatti non rilascia dichiarazioni, però sul forum dei tifosi è apparso un suo commento in cui, testuali parole, dice: «Noi siamo una neo promossa, abbiamo commesso diversi errori e oggi ripartiamo per onorare il nostro campionato e lavorare per il campionato prossimo». Se non è una resa firmata questa. E proprio in ottica futura è stato organizzato nelle scorse ore un summit per capire come intervenire sulla rosa attuale. Come detto dalla dirigenza non filtra nessuna notizia, ma fonti interne al club parlano di uno scossone in arrivo. Sono infatti sul piede di partenza i giovani De Matteo e Martino, il gioiellino di mercato Claudio Pani (infortunatosi ancora al polpaccio a Seriate), il difensore Rossi, l'attaccante Alessio De Vecchis e il portiere Serena: nelle prossime ore se ne saprà di più. In entrata invece si andrebbe a sostituire Rossi con il difensore centrale Andrea Malgrati, della Novese e con una navigata esperienza in Serie C con la Tritium e il Feralpi Salò, insieme a lui può arrivare anche Samuele Emiliano. Sul fronte giovani si aspetta solo gennaio per formalizzare l'arrivo di Benedetti (terzino sinistro classe '95 della Primavera dell'Udinese) e si continua a battere la pista per Stefano Dalla Riva (Primavera dell'Inter).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto Piacenza: via Pani, De Vecchis e De Matteo?

SportPiacenza è in caricamento