Questo sito contribuisce all'audience di

Serie D - Numeri da capogiro per il Piacenza

Alla vigilia della trasferta in casa della Pro Sesto il tecnico Arnaldo Franzini aveva fissato un punto importante, scolpito nella pietra: «Lo considero un vero test di nervi, i ragazzi hanno speso molte energie psicofisiche in settimana, se...

Il centrocampista Saber in azione, il Piacenza l'ha acquistato a tifolo definitivo (foto piacenzacalcio.it)
Alla vigilia della trasferta in casa della Pro Sesto il tecnico Arnaldo Franzini aveva fissato un punto importante, scolpito nella pietra: «Lo considero un vero test di nervi, i ragazzi hanno speso molte energie psicofisiche in settimana, se usciamo indenni dalla partita di Sesto vuol dire che la squadra può arrivare fino in fondo». E così è stato.
Il Piacenza ha raccolto la 12esima vittoria in 14 partite, a fronte di una sola sconfitta (con la Varesina) e un pareggio, a Ciserano, dove gli emiliani hanno centrato tre pali prima di strappare l'1-1. Per il resto solo sorrisi, anche nella settimana più temuta del primo periodo: il trittico Pontisola-MapelloBonate-Pro Sesto, da affrontare senza Taugourdeau prima e Porcino poi, era segnato col circoletto rosso sul calendario ma Franzini ha ottenuto risposte concrete dall'inedita mediana formata da Cazzamalli, Saber e Minincleri. Insomma, cambiano i giocatori ma non il risultato. Sorvolando un attimo sull'enorme lavoro di autostima e di gruppo svolto dal Mago di Vernasca, la grandezza del Piacenza è scritta a chiare lettere nei numeri.

MEDIA - Impressionante quella tenuta dai biancorossi in 14 giornate: viaggiano a 2,6 punti di media a partita che hanno portato a 10 le lunghezze di vantaggio sulla prima inseguitrice, il Lecco, fermo a quota 27 punti contro i 37 dei piacentini. Le vittorie sono 12, interrotte solamente dallo scivolone con la Varesina, e anche i distinti reparti sfoggiano numeri da primato: le 9 reti subite ne fanno la retroguardia meno battuta (secondo il Ciserano a 13) mentre i 34 gol segnati sono la firma in calce al miglior attacco (2.4 di media a partita). Il Garilli è un vero e proprio bunker: 7 vittorie su 7, 17 reti segnate e 5 subite. Infine c'è il bomber Adriano Marzeglia, che comanda la classifica con 11 reti al pari di Franca (Lecco, 4 rigori) e Scapini (Seregno, 2 rigori) senza essere rigorista. Numeri che producono una media inglese eccellente: +9.

QUALITA' - L'alta qualità degli effettivi permette al Piacenza di non essere Marzeglia dipendente. Numerose le reti arrivate dagli altri giocatori, a partire dalla difesa che al momento ha garantito 4 gol, 3 con Sentinelli e uno Ruffini, mentre dalle corsie laterali la spinta dei due giovani, Contini e Di Cecco, ha prodotto 2 assist vincenti, uno a testa. A centrocampo la parte del leone porta la firma di Saber, il vero talento della squadra, in panchina con Monaco e lanciato da De Paola nello scorso anno l'ex Entella - acquistato in via definitiva in estate dal Piacenza - sta davvero facendo la differenza con 3 gol e 2 assist. Lo seguono a ruota Taugourdeau con 3 reti (un assist), Porcino (2), Cazzamalli (1). Dal centrocampo arrivano altri 9 gol da aggiungere ai 4 della difesa. L'attacco viaggia anche lui su cifre stratosferiche; già detto del terminale offensivo Marzeglia, Matteassi e Stefano Franchi sono i tuttofare della macchina biancorossa. Il capitano ha segnato 2 reti mentre gli assist vincenti sono 4, Stefano Franchi invece di gol ne ha messi a segno 6. E dalla panchina? Anche qui si vede la forza di una rosa completa e di livello: oltre a Cazzamalli è andato in rete Galuppini ma un ruolo importante se lo sta ritagliando Simone Minincleri. Dopo un avvio difficoltoso a causa dell'infortunio al costato, l'ex Pistoiese e Siena ha già sfornato 4 assist e un gol. All'appello manca solo l'attaccante Luca Franchi, ancora a secco in campionato ha segnato 2 reti in Coppa Italia.

DOVE LAVORARE - Una macchina apparentemente perfetta che al momento evidenzia un solo difetto sulle palle inattive. E' curioso infatti il dato che riguarda soprattutto i corner: delle 9 reti subite ben 4 sono arrivate direttamente su calci d'angolo degli avversari contro Monza, Bustese, MapelloBonate e Pro Sesto, mentre uno è stato subito sugli sviluppi di una punizione. Oltre il 50% delle reti incassate sono nate da errori di posizionamento e su questo aspetto dovrà lavorare Franzini.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento